venerdì,  14 settembre 2018

Centri per l'impiego, la Regione anticipa i fondi: in Emilia-Romagna 120 nuove assunzioni

Le risorse che dovrebbe arrivare dal Ministero. L’assessore Patrizio Bianchi: “I soli ad averlo fatto. Già operativo il Piano di rafforzamento dei servizi”

Centoventi neoassunti da inizio settembre nei Centri per l’impiego dell’Emilia-Romagna, di cui 95 previsti dal Piano di rafforzamento nazionale del ministero del Lavoro - che la Regione ha voluto anticipare stanziando risorse dal Fondo sociale europeo - e 25 grazie a un ulteriore investimento regionale per aumentare il collocamento delle persone con disabilità.

Alla fine di settembre, inoltre, partirà lo scorrimento della graduatoria del concorso per procedere a nuove assunzioni che sostituiranno pensionamenti avvenuti nel 2018. In totale, per la fine dell’anno, tra tempi indeterminati e determinati, risulteranno assunte complessivamente 133 persone, così distribuite: 27 a Bologna, 36 a Modena, 12 a Reggio Emilia, 11 a Parma, 18 a Piacenza, 6 a Ferrara, 4 a Forlì-Cesena, 7 a Ravenna e 12 a Rimini.

I Centri per l’impiego in Emilia-Romagna, cos’è cambiato

Dal 1 giugno 2018 sono diventati dipendenti dell’Agenzia regionale per il lavoro, cioè sono diventati dipendenti regionali a tutti gli effetti, i 464 lavoratori dei Centri per l’impiego dell’Emilia-Romagna, fino a quel momento dipendenti delle amministrazioni provinciali. Per 35 di loro, a tempo determinato, la Regione ha avviato la stabilizzazione. A questi, si è aggiunto il concorso che ha portato alle nuove assunzioni.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/09/14 11:21:32 GMT+2 ultima modifica 2018-09-14T11:21:32+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina