venerdì,  28 settembre 2018

Industria 4.0, Emilia-Romagna attrattiva: 5 Gruppi italiani e stranieri pronti a investire 38 milioni per oltre 250 nuovi posti di lavoro

Bonaccini: “Giusto puntare su alta formazione e internazionalizzazione”. 11,5 Milioni il contributo della Regione

Industria 4.0Attrattività dall’effetto moltiplicatore. Oltre 11,5 milioni di euro di contributi per far partire in Emilia-Romagna investimenti di oltre 38 milioni di euro, con progetti che porteranno a 250 nuove assunzioni, il 95% di laureati, da parte di imprese che operano in settori avanzati dell’Industria 4.0: Big data, applicazioni internet per l’industria, intelligenza artificiale, realtà virtuale e aumentata.

Via libera della Giunta guidata dal presidente Stefano Bonaccini alla sottoscrizione di quattro accordi regionali di insediamento e sviluppo, che riguardano altrettante aziende - la multinazionale americana Ibm Italia che si insedierà a Bologna, Aetna Group con sede a Verucchio (Rn), la Sacmi Cooperativa Meccanici di Imola e Energy Way di Modena - pronte ad avviare complessivamente investimenti per 13,9 milioni di euro (con un contributo di 5,2 milioni della Regione).

Questi nuovi accordi si vanno a sommare a quello sottoscritto nei mesi scorsi, in fase avanzata di realizzazione, con la californiana Eon Reality (24 milioni e 350 mila euro di investimenti e un contributo della Regione Emilia-Romagna di 6,3 milioni di euro) che il prossimo 14 novembre avvierà l’attività al Worklife Innovation hub di Casalecchio di Reno, alle porte di Bologna. Il nuovo centro di Eon Reality, che vede tra i suoi partner l’Università di Bologna, ha per obiettivo accelerare il rapporto uomo-macchina simulando la realtà, con l’aspirazione di diventare la piattaforma italiana per lo sviluppo di contenuti e applicazioni legati alla realtà virtuale. Verrà affiancato dalla Augmented and Virtual Reality School, che fornirà attività formative con accesso libero per gli studenti.

Le iniziative di investimento sono legate alla seconda fase del bando previsto dalla Legge regionale 14/2004 “Promozione degli investimenti in Emilia-Romagna”, la seconda misura dopo quella del 2016 pensata non per la sola Industria 4.0, e grazie al quale sono stati 13 i progetti finanziati e in corso di realizzazione. Tra questi figurano anche quelli di Lamborghini, Ducati Motor, Ynap, Teko Telecom, Avl Italia, B.Braun Avitum Italy, Hpe e Ima. L’investimento previsto dalla prima misura è di oltre 126 milioni di euro, di cui circa 41 milioni di finanziamento pubblico e produce circa 1.200 nuovi posti di lavoro.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/09/28 14:50:52 GMT+2 ultima modifica 2018-09-28T14:50:52+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina