lunedì,  3 settembre 2018

Biennale Cinema, sbarca al Lido di Venezia “About Women”: dialogo sul ruolo della donna nella società e nel lavoro

L’ assessora Petitti: "Dall’Emilia-Romagna un esempio virtuoso e di grande impegno”

La donnAbout women 1a e il suo ruolo nella società civile e nel lavoro, è  uno dei temi dominanti della Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia. L’esperienza dell’Emilia-Romagna a favore delle pari opportunità, è stata presentata oggi dall’assessora regionale alle Pari opportunità Emma Petitti,  nel quadro delle iniziative proposte per riflettere e porre l’attenzione, in particolare, sul “salary gap” e sulle discriminazioni di genere in ambito cinematografico e professionale. L’iniziativa si è tenuto nel primo degli incontri , del ciclo “About Woman”, in programma al Lido di Venezia.

“La Mostra del cinema di Venezia- afferma l’assessora Emma Petitti- ci offre un’importante occasione per riflettere sul ruolo della donna non solo nell’ambito cinematografico e dello spettacolo, ma in generale nella società e nel mondo del lavoro e professionale. Gli scandali e i fatti emersi recentemente proprio nel mondo cinematografico, i movimenti, le reazioni che ne sono conseguite, grazie alla maggiore visibilità pubblica, hanno portato in evidenza e allo scoperto un fenomeno trasversale, diffuso nei vari ambiti di lavoro e non solo, esteso a tutti i livelli, e di cui vittime sono in larga maggioranza le donne. La Regione Emilia-Romagna in questi anni ha investito molto nella diffusione di una cultura della parità e nel contrasto agli stereotipi di genere con l’intento di contribuire anche a prevenire e contrastare la violenza contro le donne, che da tale cultura sessista viene alimentata. La Regione ha investito e continua ad investire anche per agevolare le donne in ambito lavorativo. E’ stato realizzato un Tavolo regionale permanente per le politiche di genere, e sono stati destinati oltre 33 milioni nel triennio 2018-2020 da trasferire ai Comuni per la gestione dei servizi educativi per la prima infanzia; 13 milioni del Fse per il biennio 2018-2019 per i centri estivi; 435 milioni nel 2017 (Fondo regionale per la non autosufficienza) per sostegno a persone anziane e disabili, garantendo così la possibilità di ridurre i tempi di impegno familiare. Un’esperienza virtuosa per l’impegno costante in favore delle pari opportunità”.

 

In America e in Francia esistono importanti fondazioni, associazioni e movimenti che sostengono l’empowerment femminile, il ruolo delle donne nell’impresa e nell’industria cinematografica. In Italia è stato realizzato un manifesto sottoscritto da 124 attrici, registe e lavoratrici del mondo

del cinema, che ha già suscitato diverse polemiche e diviso l’opinione pubblica. L’iniziativa in programma- secondo gli organizzatori- intende andare oltre quel manifesto, raccontare la realtà attraverso delle storie vere, e fare il punto sulle iniziative culturali e politiche da mettere in campo, nonché valorizzare ciò che già di positivo si sta facendo concretamente.

All’incontro, moderato da Tiziana Ferrario, inviata del tg1 Rai, sono intervenute le registe Susanna Nicchiarelli e Costanza Quatriglio, e la senatrice Anna Maria Bernini, la consigliera della Regione Sardegna, Alessandra Zedda, e Linda Gilli Presidente e amministratore delegato di Inaz Srl, azienda italiana per gestire software e risorse umane.

About Women” prevede un secondo incontro, il 5 settembre (ore 16), in cui interverrà anche la regista modenese Liliana Cavani, sempre presso la Sala Tropicana 1 dell’Hotel Excelsior al Lido di Venezia.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/09/03 17:05:53 GMT+2 ultima modifica 2018-09-03T17:05:53+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina