giovedì,  12 luglio 2018

Territorio, 4 milioni per nuovi depuratori e pozzi per migliorare rete fognaria e distribuzione dell'acqua

Fondi regionali per interventi nei territori di Bologna, Piacenza e Reggio Emilia. Lavori al via nel 2018

Inaugurazione depuratore di Santa Giustina (23 giugno 2015) - 2Tre impianti di depurazione di ultima generazione, di cui due nel piacentino e uno nel reggiano,  interventi per aumentare e ‘svecchiare’ la rete fognaria nel bolognese e, infine, nuovi pozzi e tratti di rete idrica, sempre nel piacentino, per un servizio di distribuzione dell’acqua più efficace ed efficiente.

Con circa 4 milioni 100 mila euro, la Regione Emilia-Romagna ha approvato per un pacchetto di interventi che saranno realizzati entro l’anno e che andranno a risolvere le criticità aperte dalla alluvione del 13 e 14 settembre 2015 che aveva spazzato via i depuratori di Albarola, in comune di Vigolzone, e di Ferriere nel piacentino e per altri interventi nel bolognese e a Reggio Emilia. I fondi provengono da economie di spesa, ossia da risparmi su precedenti programmazioni già concluse.

In particolare nel bolognese sono previsti lavori sulla rete fognaria con un investimento pari a 1 milione e 100 mila euro. Prevista l’estensione della rete fognaria in località Castel dell'Alpi, in comune di San Benedetto val di Sambro e, a Budrio, il collettamento allo scolo Corla da località Santa Margherita e Via Mauro al depuratore del capoluogo.

Al  territorio di  Piacenza sono stati assegnati 2,8 milioni di euro per due nuovi depuratori e per interventi negli acquedotti mentre a Reggio Emilia va un contributo di 210mila euro per la depurazione delle acque.

Gli altri interventi
Nel reggiano, a Toano, sono stati assegnati 210 mila euro che cofinanziano la costruzione di un impianto di depurazione ad ossidazione totale in località Cavola. 
Mentre nel piacentino è previsto un contributo regionale ad Ireti – il soggetto gestore del servizio idrico integrato – di 2 milioni 800 mila euro. Saranno investiti in due nuovi depuratori: a Ferriere (517 mila 500 euro) e ad Albarola, in comune di Vigolzone (160 mila 500 euro), in sostituzione a quelli danneggiati o distrutti dall’alluvione del 2015. Si interverrà anche per il rifacimento della dorsale acquedottistica della val Nure nei comuni di Ferriere, Farini, Bettola, Ponte dell’Olio e Vigolzone. In particolare, l’elenco dei tratti interessati comprende Ponte Farini - Ponte Cantoniera, Ponte Nano - Ponte Cantoniera, Case Camia - Bettola, oltre che dell’attraversamento del Nure a Ponte dell'Olio nel tratto Torrano-Calero. L’opera potrà contare su un finanziamento di oltre 2 milioni di euro. Due nuovi pozzi per l’approvvigionamento idrico saranno realizzati a "Le Forche", in comune di Bettola e a "Borcaglie-Sassi Neri", in comune di Farini (55 mila euro ciascuno). 

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/07/12 17:48:50 GMT+2 ultima modifica 2018-07-12T17:48:50+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina