Sezioni

mercoledì,  31 gennaio 2018

Pil +1,9%, disoccupazione giù al 5,8%, Emilia-Romagna prima per crescita

Le stime 2018 di Unioncamere-Prometeia. Azione comune con le parti sociali nel Patto per il lavoro

Archivio Agenzia di informazione e comunicazione Giunta regionaleUn aumento del Pil dell’1,9% nel 2018, che confermerebbe l’Emilia-Romagna prima regione in Italia per crescita per il quarto anno consecutivo. Con la disoccupazione che scenderebbe ancora, fino al 5,8%, dal 9% di inizio legislatura, nel gennaio 2015. Dati che la porrebbero alla pari delle aree più avanzate in Europa.

Unioncamere Emilia-Romagna ha pubblicato le stime contenute nello scenario previsionale di Prometeia per l’economia regionale, che rivede, incrementandolo, l’aumento del Pil per il 2017 (+1,8%, il più alto in Italia insieme alla Lombardia) mentre per l’anno in corso stima una crescita ulteriore dell’1,9%, la più alta in assoluto a livello nazionale, per un ritmo pari a quello della Francia. Continuerebbe poi il calo della disoccupazione: dal 6,3% del 2017 al 5,8% del 2018.

31 gennaio 2018Numeri che dimostrano ancora una volta la solidità del gioco di squadra inaugurato nel luglio di tre anni fa con il Patto per il Lavoro, quando la Regione chiamò i firmatari – territori, imprese, sindacati, associazioni, università – a condividere quello che da subito è stato l’obiettivo prioritario della Giunta: creare sviluppo e buona occupazione. Un fare insieme che fa leva sulle politiche di investimenti pubblici portate avanti, su internazionalizzazione e attrattività, su ricerca e innovazione, rafforzando sanità e welfare per non lasciare indietro nessuno. A maggior ragione adesso l’obiettivo è concentrarsi ancora di più sul creare nuove opportunità di lavoro per i giovani e la lotta al precariato, perseguendo una crescita omogenea che premi allo stesso modo tutti i territori.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/31 16:49:00 GMT+2 ultima modifica 2018-02-12T12:34:47+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?