Il futuro dei giovani si trova nella piazza. Virtuale

SocialZoom 600

Speciale a cura di Antonio Apruzzese

Incontro e aggregazione. Una piazza virtuale dove i giovani possono cercare risposte sul proprio futuro. Un contenitore di idee che possono diventare impresa. Poi le storie di tanti ragazzi che ce l’hanno fatta. Ma anche una mappa interattiva dove trovare servizi, informazioni e, perché no, una sala prove per un concerto. Tutto questo e molto altro si trova on line, grazie ai servizi della Regione Emilia-Romagna.
Il mondo dei giovani è narrato ma si disperde in molti rivoli: dal passaparola ai social, dagli Informagiovani alle bacheche elettroniche e non, ai volantini cartacei. Un universo molto ricco e vivace, basta conoscerlo e riconoscerlo. Ecco allora che Giovazoom, nuovo portale web dell’Assessorato Politiche giovanilisemplifica e raccoglie informazioni e opportunità già presenti nei diversi siti della Regione, talvolta nascoste e comunque non facili da individuare.

 

 

 





Studio, lavoro, creatività

Fumetto "Scopri come non perderti più fra mille informazioni" (destra)Raccontare i giovani significa anzitutto riordinare il linguaggio che non è esattamente quello praticato dalla Pubblica amministrazione.

“Testi molto lunghi e fitti di riferimenti normativi che rimandano a leggi con decine di articoli sono improponibili”, dice Egle Beltrami della redazione di Giovazoom. Insomma, non bastano un paio di delibere per creare una relazione. 

“Giovazoom– commenta l’assessore regionale alla Cultura e Politiche giovanili Massimo Mezzetti- è stato progettato per essere un punto di riferimento per le giovani generazioni della nostra Regione. Vogliamo fornire a chi si connette, soprattutto attraverso i dispositivi mobili, informazioni sulle opportunità offerte dalla Regione, e non solo, nel campo della formazione, del lavoro, della mobilità all’estero, della promozione della creatività, dell’assistenza sanitaria, dell’acquisto di una casa e molto altro”.

Il percorso è partito dal 2015. Il primo step è stato appunto selezionare le notizie nei diversi portali: una ricognizione complessa perché la Regione è attiva in molte politiche per i giovani. Tutte le informazioni sono poi confluite nei sei “bolloni” tematici del portale: studio, lavoro, creatività, partecipazione, casa e salute, estero.

A questo punto le notizie sono state integrate da consultazioni fatte dalla redazione del portale (per esempio, interpellando gli informagiovani). I contenuti e il linguaggio sono stati rivisti anche da due studenti di scienza della comunicazione. Infine l’ultimo passaggio è stato con uffici e servizi degli Assessorati competenti per materia. Tutto filtrato da una redazione di 5/6 persone. A quel punto la struttura del portale era fatta. 

 

 

Fino ai 35 anni, opportunità e strumenti

Il portale parla a un target molto ampio: si va dai percorsi post scuole medie fino ai 35 anni circa quando, cioè, si è quasi “costretti” ad essere ancora giovani. All’inizio moltissime sono state le richieste per il lavoro. Un mondo che risulta spesso in chiaroscuro peri i giovani: dalle opportunità, ai corsi professionali e a come orientarsi fino alle regole che lo disciplinano.

Lo strumento è stato pensato perché fosse vivo e potesse interagire: in pratica la Regione racconta cosa fa per i giovani ma chiede loro cosa pensino e si aspettino dal servizio. Il dialogo avviene su molti fronti, dalle mail ai social con i tag: in testa Fb, ma Giovazoom è attivo anche su Twitter e Instagram e YouTube.  

I ragazzi sono protagonisti con racconti, interviste e video interviste: lo spazio Storie intende proprio ripercorre le esperienze di chi ha saputo emergere: la prima testimonianza è quella Alessandro Gallo di Napoli, che ha studiato drammaturgia al Dams, fondatore della casa editrice Caracò. Molti i suoi progetti su mafia e legalità.

Tutte le informazioni sono state riassunte in sei aree tematiche, ognuna ha una sezione di news ed eventi dedicata.

 

 

 

Giovani protagonisti nello Your Speaker’s Corner

Speaker's cornerFra le altre sezioni di servizio le news sono un fronte nevralgico per il portale: centrale la selezione delle notizie più importanti linkate dal portale ER. A breve anche lo Your Speaker’s Corner, uno spazio che i giovani potranno riempire con idee, video, proposte sulle sei macroareee. Già partita, invece, la rubrica sulle web radio con il primo speciale su Radio Frequenza Appennino. Il 21 aprile è partito anche il primo approfondimento su giovani e utilizzo dei social per trovare lavoro.
Oltre all’agenda condivisa, dove i giovani potranno far annotare gli appuntamenti che vogliono mostrare a tutti, c’è un altro link molto interessante al sito Gaer (Giovani Artisti Emilia-Romagna), un progetto dedicato alla promozione della creatività dei giovani artisti del territorio. Infine i bandi con uno spazio di documentazione (per esempio, cos’è e cosa fa l’Osservatorio regionale per l'infanzia, l'adolescenza e i giovani), delibere e progetti finanziati. Infine una newsletter, prossima i nastri di partenza.

Nel portale, che avrà i contenuti dei sei bolloni tradotti anche in lingua inglese, è anche presente una mappa, una sorta di sistema di geolocalizzazione di alcuni spazi che offrono servizi utili per i giovani: dai centri di aggregazione agli spinner point, dagli spazi di coworking alle sale prove fino alle sedi di Azienda Casa e agli sportelli Informagiovani ed Eurodesk. Questa sezione segnala solo i siti, ma sarà irrobustita da una “maschera” con informazione di dettaglio sul sito.

 

 

YoungERcard, fra sconti e volontariato

Youngercard (1)YoungERcard è un altro link di Giovazoom per lanciare la carta ideata dalla Regione Emilia-Romagna per i giovani di età compresa tra i 14 e i 29 anni residenti, studenti o lavoratori in Emilia-Romagna. La carta è distribuita gratuitamente e riserva ai titolari una serie di agevolazioni per la fruizione di servizi culturali e sportivi (come teatri, cinema e palestre) e sconti presso numerosi esercizi commerciali.

YoungERcard inoltre invita i suoi possessori a investire parte del proprio tempo e del proprio impegno in interessanti progetti di volontariato. I progetti vengono organizzati in collaborazione con enti locali, associazioni, università, scuole, polisportive, circoli, cooperative sociali. Le attività proposte possono riguardare vari ambiti: educativo, artistico, ricreativo, sociale, sportivo, culturale, ambientale.

 

 

Giovani: i dati e le cifre

INFORMAGIOVANI

 

YOUNGERCARD

  • 41.002 giovani iscritti (di cui 42,3% maschi, 57,7% femmine; 41,7% di età compresa tra i 14-18 anni, 58,3% 19-29 anni; 89,5% sono studenti)
  • 2.250 totale giovani iscritti ai progetti di protagonismo giovanile
  • 190 punti di distribuzione
  • 295 progetti attivi
  • 1.539 convenzioni attive

 

Azioni sul documento

Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it