Progetto Saharawi

Dal deserto del Sahara all’Emilia-Romagna: il progetto di accoglienza prevede che i bambini provenienti dai campi profughi del sud-ovest dell’Algeria nei mesi estivi vengano ospitati, assieme ai loro accompagnatori, da associazioni di volontariato, enti locali e famiglie dell’Emilia-Romagna, in particolare nelle province di Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Reggio Emilia e Rimini. Le associazioni responsabili del progetto offrono un’occasione di vacanza e di alimentazione corretta, in un periodo dell’anno, l’estate, in cui le condizioni climatiche rendono ancora più difficile la vita nel deserto. Sono oltre 1.440 i piccoli ospitati in questi anni. All’accoglienza si sono aggiunti nel tempo anche interventi diretti nei campi profughi algerini.

Per la Regione, la cooperazione è rivolta principalmente al sostegno del sistema sanitario; gli interventi riguardano soprattutto il settore materno-infantile (con il “trasferimento” di competenze professionali a medici e operatori sanitari Saharawi), l’acquisto di attrezzature sanitarie, la produzione in loco di farmaci, l’invio di medicine per i bambini, gli interventi di ristrutturazione delle strutture di base e la formazione ai funzionari del ministero della Salute.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 25/09/2017 — ultima modifica 25/09/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it