Tiro a volo: premiati Jessica Rossi, Greta Luppi e Daniele Resca

Gli atleti di Crevalcore e Pieve di Cento ai Mondiali di Mosca 2017. Bonaccini: 'Un pezzo di questa regione che si è fatto valere'

13.10.2017

premiazione 13.10.17Il presidente Stefano Bonaccini ha premiato oggi gli atleti bolognesi di tiro a volo che si sono laureati campioni mondiali circa un mese fa a Mosca. Si tratta di Jessica Rossi (fossa donne) di Crevalcore, appartenente alla Polizia di Stato, già olimpionica a Londra 2012, Daniele Resca, carabiniere originario di Pieve di Cento, che si è invece aggiudicato la medaglia più preziosa nel Trap maschile e Greta Luppi, anch’essa di Crevalcore, che a Mosca ha vinto il titolo mondiale a squadre junior femminile.

“Questi atleti hanno dimostrato qualità straordinarie, sono un pezzo di questa regione che si è fatto valere con sudore e sacrificio– ha detto Bonaccini consegnando una targa agli iridati– in una disciplina che impropriamente viene ritenuta di serie B e che invece meriterebbe più attenzione”.

Bonaccini ha poi sottolineato come in Emilia-Romagna l’attività motoria sia largamente diffusa con quasi 3 milioni di praticanti, potendo contare sull’impegno di tantissimi volontari che operano nelle associazioni sportive e su molte strutture: su queste il presidente ha ricordato il recente bando che ha finanziato con 20 milioni di euro l’adeguamento degli impianti nella regione.

Alla premiazione nella sede della Regione Emilia-Romagna a Bologna erano presenti, fra gli altri, i sindaci di Crevalcore Claudio Broglia e di Pieve di Cento Sergio Maccagnani, oltre a rappresentati del Coni e della Federazione tiro a volo Giancarlo Galimberti, Aldo Visconti e Ennio Mattarelli.


La Regione per la pratica sportiva

L’Emilia-Romagna conta 800 mila iscritti a enti di promozione sportiva, quasi 370 mila atleti aderenti alle federazioni e circa 3 milioni di praticanti di attività motorie.

Una platea signiicativa per la quale la Regione ha messo a disposizione in questa legislatura 25 milioni di euro per l’impiantisca sportiva, di cui 20 milioni messi a bando lo scorso settembre. Un impegno notevole che si muoverà lungo tre direttrici: sicurezza, qualità e sostenibilità energetica e che potrà generare investimenti complessivi per oltre 50 milioni di euro sull’edilizia sportiva.

Il Programma regionale triennale 2015-2017 varato dalla Giunta e approvato dall’Assemblea legislativa consentirà, in particolare, di rinnovare e adeguare oltre 16 mila strutture sportive in Emilia-Romagna che, nel 77% dei casi, sono ferme al 1990.

Per quanto concerne eventi, progetti e associazionismo sportivo, nel 2017 sono stati stanziati 1 milione 750 mila euro, circa 500 mila euro in più rispetto allo scorso anno.  

Ai tre bandi della Giunta hanno risposto 386 fra enti e associazioni sportive emiliano-romagnole con un incremento significativo rispetto al 2016 quando le domande furono 236.

 

Nella foto: da sinistra, Greta Luppi, Daniele Resca, Stefano Bonaccini e Jessica Rossi

 

 

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 13/10/2017 — ultima modifica 13/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it