Professionisti, 200 richieste per investire in tecnologia e innovazione

La Regione ha stanziato per il 2018 altri 2 milioni (nel biennio 4 milioni e 350 mila euro) di contributi del Por Fesr 2014-2020

17.10.2017

Foto di Liviana Banzi, archivio Agenzia informazione e ufficio stampa Giunta Regione Emilia-RomagnaSono 200 le richieste di contributo dei professionisti per realizzare nel 2018 progetti di innovazione e digitalizzazione della propria attività. Questi progetti si aggiungono ai 174 già finanziati quest’anno (il 90% delle richieste presentate) per un ammontare di 2 milioni (nel biennio, 4 milioni e 350 mila euro) stanziati dalla Regione: è l’esito della seconda finestra del bando Por Fesr 2014-2020 (Programma operativo del Fondo europeo di sviluppo regionale della Regione Emilia-Romagna).

L’importo del contributo per ciascun progetto ammesso a finanziamento non supererà i 25mila euro, finanziando fino al 40% della spesa ammissibile (45% se legato a nuova occupazione o presentato da donne e giovani).

Delle richieste per il 2018, il 65% delle 200 domande pervenute proviene da professionisti in forma singola, mentre il restante 35% da associazioni o società. Circa il 30% delle domande è arrivato dalla provincia di Bologna, seguita da Modena (13,5%) e Reggio Emilia (13%). Quattro progetti su dieci sono stati presentati da donne e giovani professionisti. Oltre sei domande su dieci riguardano l’acquisto di brevetti, licenze software e servizi applicativi, seguiti da interventi accessori, anche di carattere edilizio. Per quanto riguarda gli interventi relativi al 2017, le graduatorie sono online sul sito www.regione.emilia-romagna.it/fesr.

“L’alta adesione dei liberi professionisti a questa opportunità conferma– commenta Palma Costi, assessore regionale alle Attività produttive- l’attenzione di una parte importante del tessuto economico della nostra regione verso l’innovazione e la digitalizzazione, intese come leva di maggiore competitività e crescita occupazionale. Lo stanziamento di 2 milioni di euro sul 2018 è mirato a dare continuità a questo impegno e va ad aggiungersi ai finanziamenti per quest’anno di 2 milioni e 350mila euro”.

La misura è finalizzata a sostenere investimenti in nuove tecnologie (anche informatiche), innovazioni di processo per favorire lo sviluppo delle attività libero professionali e il loro riposizionamento a seguito dei mutamenti del mercato. L’obiettivo è anche quello di facilitare l’attività professionale rispetto i processi di efficientamento della Pubblica amministrazione. 

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/10/2017 — ultima modifica 17/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it