L’Emilia-Romagna alla fiera Ttg di Rimini mette in mostra mille borghi italiani

L'assessore Corsini: “Le culture locali sono risorse turistiche preziose e originali"

12.10.2017

Ttg 2017, stand RegioneUno stand, una grande mostra, un touch screen con mille icone, di cui 54 collocate tra Piacenza e Rimini. La Regione Emilia-Romagna partecipa, nell’anno dei Borghi, a Ttg Rimini, il principale salone del turismo business to business, con un ampio spazio espositivo che mette in mostra la rete dei luoghi del turismo lento, dove si trovano molti tra i monumenti, le aree ambientali di pregio e le produzioni tipiche d’Italia. 

Mille località che sono diventate destinazioni di viaggio attraverso tradizioni, cultura e arte, e hanno anche permesso di riscoprire 200 tra artisti, scrittori, poeti, musicisti e scienziati che in questi luoghi hanno vissuto e operato.
Il tutto disponibile, grazie al progetto Borghi-Viaggio Italiano che vede l’Emilia-Romagna capofila delle 18 regioni partecipanti, su una piattaforma di comunicazione che attraverso portale, web tv e social è diventata un importante contenitore di informazioni e news, itinerari, iniziative sportive, appuntamenti storici, spettacoli. 

“Le culture locali sono elementi di grande appeal, in particolar modo per i mercati esteri, risorse turistiche preziose e originali per contraddistinguersi nel mercato globale ed essere competitivi in termini di offerta– ha commentato l’assessore regionale a Turismo e Commercio, Andrea Corsini, presente oggi all’inaugurazione di Ttg -. Comporre un itinerario interregionale attraverso le identità dei luoghi tipici rappresenta un forte contenuto in termini di comunicazione e promozione di quel patrimonio tutto italiano riconosciuto e apprezzato dal mercato interno e da quello internazionale, che riserva ancora grandi opportunità”. 

Il progetto è sostenuto dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e si propone di valorizzazione l’enorme patrimonio costituito da 1000 borghi, dall’entroterra alla costa, dal nord al sud Italia, fino alle isole, con una attenzione particolare ai territori del centro Italia colpiti dal sisma del 2016 a cui è stata dedicata l’iniziativa di valorizzazione turistica “Borghi del Cuore”.

 

Foto di Marco Caselli Nirmal, archivio Agenzia informazione e ufficio stampa Giunta Regione Emilia-RomagnaBorghi - Viaggio Italiano: storia di un successo
Il viaggio si divide quattro percorsi:  Borghi d’Italia, le località che possono già vantare un impegno nella valorizzazione e promozione turistica del proprio territorio; Borghi Storici Marinari, con al centro la cultura del mare e della marineria storica, anche in relazione a partenariati nell’area del Mediterraneo; Borghi delle Terre Malatestiane e del Montefeltro, tra Emilia-Romagna e Marche; Paesaggi d’Autore, legati ai grandi personaggi della cultura italiana e a specifici itinerari di viaggio.

Il principale strumento di comunicazione del progetto è stato il portale www.viaggio-italiano.it, con la grande mappa touchwall dell’Italia per un viaggio interattivo alla scoperta di luoghi, percorsi e culture, che ha rappresentato un importante contenitore di informazioni e news, una piattaforma di comunicazione partecipata dai turisti attraverso web e social.

Sul sito per ogni borgo e ogni personaggio, a cui sono legate specifiche località, sono disponibili schede informative, link istituzionali e turistici e contenuti digitali realizzati per l’occasione.

Tra cui l’app “Passaborgo”, una specie di passaporto digitale del viaggiatore per chi desiderava vivere la meraviglia dei Borghi Italiani, costruendosi un proprio itinerario alla loro scoperta.  

Inoltre il progetto Borghi - Viaggio Italiano ha definito una specifica offerta turistica per i borghi delle Regioni colpite dal terremoto del Centro Italia del 2016 (Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria) orientata a un pubblico di studiosi, ricercatori e appassionati di geologia, paesaggio e recupero dei beni culturali, attraverso il ricorso alla cooperazione di comunità. L’azione “Borghi del Cuore” è stata sviluppata in collaborazione con Alleanza cooperative italiane, per promuovere nuove attività turistiche, in grado di contribuire al rilancio e alla crescita dei territori colpiti dal sisma.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/10/2017 — ultima modifica 12/10/2017
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it