Ambiente, Bologna si aggiudica l’Agenzia Nazionale per la Meteorologia e Climatologia

Sorgerà presso il Tecnopolo, nella stessa sede dove sarà trasferito il Data center di Reading

In sintesi

L'Emilia-Romagna si conferma piattaforma nazionale ed europea della ricerca. Dopo il Data center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine, sotto le Due Torri arriverà anche l'Agenzia ItaliaMeteo, unica per tutto il Paese. Lo prevede il disegno di legge di Bilancio 2018, che ora inizia l'iter di approvazione in Parlamento. Il presidente Bonaccini: "Una notizia straordinaria per la nostra città e la nostra regione. L’Emilia-Romagna continua a dare prova della propria competitività e della capacità di mettere a sistema il sapere scientifico, di calcolo e tecnologico di questo territorio. Ringraziamo il Governo e in particolare il ministro Galletti".

30.10.2017

archivio Agenzia informazione e comunicazione Regione Emilia-RomagnaDopo il Data center del Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine, la città di Bologna si aggiudica anche l’Agenzia Nazionale per la Meteorologia e Climatologia. ItaliaMeteo sorgerà sotto le Due Torri, presso il Tecnopolo, nella stessa sede dove sarà trasferito il Data center di Reading.

La realizzazione, nella città capoluogo dell’Emilia-Romagna, di un’unica Agenzia per tutto il Paese, è stata inserita nel disegno di legge di Bilancio 2018, all’articolo 51, che ora inizia l'iter di approvazione in Parlamento.

“Si tratta di una notizia straordinaria per la città e per la nostra regione, che si candida così a diventare un punto di riferimento in Italia e in Europa per tutto quello che riguarda il meteo e il clima- commenta il presidente della Regione, Stefano Bonaccini-. Un risultato frutto dell’eccellente lavoro di squadra condotto in tempi brevi da Governo, Regione, Città metropolitana, Università e mondo della ricerca. L’Emilia-Romagna continua a dare prova della propria competitività, e della capacità di mettere a sistema il sapere scientifico, di calcolo e tecnologico di questo territorio. Ringraziamo il Governo, e in particolare il ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, per il percorso compiuto, che premia anche gli importanti investimenti fatti in questi anni dalla Regione sul fronte della ricerca, della tecnologia e della scienza. Una grande responsabilità- conclude Bonaccini- che, ne siamo certi, sapremo onorare al meglio”.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 30/10/2017 — ultima modifica 30/10/2017
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it