Attentato a Manchester, il cordoglio della Regione. Bonaccini: “Violenza assurda e inconcepibile"

Il presidente della Giunta: "L'intera comunità regionale si stringe ai famigliari, ai feriti e a tutto il popolo del Regno Unito"

In sintesi

“Azioni impossibili anche solo da pensare. Il nostro pensiero va alle giovanissime vittime. Ci stringiamo ai famigliari, ai feriti, alle autorità e a tutto il popolo del Regno Unito, cui l’intera comunità regionale dell’Emilia-Romagna esprime vicinanza e cordoglio”.

Così il presidente della Regione dopo l’attentato di Manchester portato a termine fra il pubblico, formato in grande maggioranza da adolescenti, della cantante americana Ariana Grande.

In Regione bandiere a mezz'asta.

23.05.2017


Attentato Manchester, bandiera inglese a mezz'astaUna violenza assurda e inconcepibile, ancor più sconvolgente nel momento in cui provoca la morte di ragazze e ragazzi giovanissimi, vittime innocenti a cui va il pensiero di tutti noi.”. Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, dopo l’attentato di
Manchester portato a termine ieri sera fra il pubblico, formato in grande maggioranza da adolescenti, della cantante americana Ariana Grande.

“Nel momento in cui sarebbe impossibile anche solo pensarle- prosegue Bonaccini- vediamo invece divenire realtà azioni dettate dall’odio, prive di alcuna giustificazione o radice plausibile in qualsiasi riflessione o analisi. Azioni che, unite all’immenso dolore per ciò che provocano, vanno contrastate con rigore e fermezza, insieme ai principi di civiltà e democrazia alla base della nostra società”. 

In Regione bandiere a mezz'asta in segno di lutto e cordoglio.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 23/05/2017 — ultima modifica 24/05/2017
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it