1980/2017, Bologna ricorda le vittime del 2 agosto: 85 vite da raccontare

Tutte le iniziative in occasione del 37° anniversario della strage alla stazione

In sintesi

Bologna ricorda le vittime della strage alla stazione del 2 agosto 1980 che provocò 85 morti e 200 feriti. Alla Giornata, organizzata dall'Associazione dei familiari delle vittime del 2 agosto in accordo con il Comune, partecipano, tra gli altri, il presidente della Regione, Bonaccini, la vice presidente Gualmini, gli assessori Donini e Mezzetti.
Al mattino gli incontri istituzionali e il corteo che raggiungerà piazza Medaglie d'Oro, antistante la stazione.
Le vie cittadine saranno poi lo scenario di Cantiere due agosto, il progetto di narrazione popolare a cura dell’Assemblea legislativa regionale, che vedrà 85 narratori raccontare le storie delle 85 vittime della strage.
In serata, in piazza Maggiore, chiusura con il concerto della XXIII edizione del concorso internazionale di composizione “2 agosto”

28.07.2017

Archivio Studio FN Paolo FerrariBologna non dimentica. Sono tante le iniziative per ricordare gli 85 morti e i 200 feriti della strage alla Stazione centrale, avvenuta 37 anni fa, il 2 agosto 1980.
Alla “Giornata in memoria delle vittime di tutte le stragi”, organizzata dall'Associazione dei familiari delle vittime del 2 agosto in accordo con il Comune, saranno presenti per la Regione il presidente, Stefano Bonaccini, la vice presidente, Elisabetta Gualmini, e gli assessori Raffaele Donini e Massimo Mezzetti.

La giornata si apre alle 6.30 al Parco della Montagnola, in piazza VIII Agosto, con l'arrivo da tutta Italia delle staffette podistiche “Per non dimenticare”.

Alle 8,15 in Sala Rossa a Palazzo d'Accursio si terrà un incontro riservato con i familiari delle vittime della Strage del 2 agosto cui seguirà un momento pubblico nella sala del Consiglio comunale, cui parteciperanno il presidente Stefano Bonaccini, la presidente dell’Assemblea legislativa regionale, Simonetta Saliera, e il consigliere Igor Taruffi.

Alle 9,15, in piazza del Nettuno si concentreranno i gonfaloni delle città. Da qui partirà il corteo lungo via Indipendenza. Alla stessa ora prenderà vita medici, infermieri e volontari accoglieranno i familiari delle vittime e il corteo tenendo in mano le fotografie dei soccorsi del 2 agosto. L’iniziativa Con le mani è a cura del Collegio infermieri Ipavsi Bologna e di Piantiamolamemoria. All’incontro in Consiglio comunale e al corteo saranno presenti il presidente della Regione, Bonaccini, e gli assessori Donini e Mezzetti.

L'arrivo del corteo è previsto alle 10,10 in piazza Medaglie d'Oro, dove interverrà il presidente dell'Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, Paolo Bolognesi. Seguirà un minuto di silenzio in memoria delle vittime e l'intervento del sindaco di Bologna, Virginio Merola.

Alle 10.50 (primo binario della stazione) sarà deposta una corona davanti alla targa che ricorda il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti, deceduto nella strage del treno Italicus. Sarà presente anche l’assessore regionale Donini, che insieme alle altre autorità, alle 11.15 dal piazzale est della stazione, partirà con il treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro, per deporre le corone alle lapidi che ricordano le vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli-Milano. Qui sono previsti gli interventi del sindaco, Alessandro Santoni, della presidente dell'Associazione Familiari Strage treno 904 Napoli-Milano, Rosaria Manzo, e del consigliere delegato della Città metropolitana, Marco Monesi.

13Sempre alle 11.15 nella chiesa di San Benedetto (via dell’Indipendenza 64) sarà celebrata la Messa in suffragio delle vittime da Monsignore Matteo Maria Zuppi, arcivescovo metropolita di Bologna. Saranno presenti la vice presidente della Regione, Gualmini, e il consigliere, Daniele Marchetti.

Il programma della giornata proseguirà alle 11.30 alla Cotabo, in via Stalingrado 61, con la deposizione di corone al monumento in ricordo dei tassisti deceduti il 2 agosto 1980. Il consigliere Antonio Mumolo parteciperà in rappresentanza della Regione.

Dalle 11 alle 23, le vie cittadine saranno coinvolte da “Cantiere due agosto”, il progetto di narrazione popolare a cura dell’Assemblea legislativa regionale, che vedrà 85 narratori raccontare le storie delle 85 vittime della strage.
Sarà messa a disposizione una mappa cartacea e virtuale, attraverso la quale sarà possibile seguire gli itinerari delle narrazioni. Per informazioni: http://www.assemblea.emr.it/cantiere-due-agosto

Nel pomeriggio, a partire dalle 16.30, al Centro sportivo Biavati (via Shakespeare 33) si terrà la quattordicesima edizione di “Lo sport ricorda”, triangolare di calcio fra le squadre del Consiglio comunale di Bologna, Rfi Bologna e Cotabo.

Le manifestazioni saranno chiuse alle 21.15, in piazza Maggiore, con la XXIII edizione del Concorso Internazionale di Composizione "2 Agosto". Dedicato a partiture per fisarmonica solista, sassofono, trombone e orchestra, il concerto, che sarà trasmesso in diretta da Radio Rai 3 e venerdì 11 agosto su Rai 5, sarà eseguito dall’Orchestra della Fondazione Arturo Toscanini, diretta dal maestro Alessandro Cadario. 

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 28/07/2017 — ultima modifica 02/08/2017
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it