Ospedale di Pavullo, inaugurate nuova Tac e Servizio di endoscopia digestiva

Il presidente Bonaccini al taglio del nastro: “Innovazione e qualità dell’assistenza vanno di pari passo"

09.01.2016

5Un nuovo servizio di endoscopia presso l’Ospedale di Pavullo, con una nuova Tac donata dalla Fondazione cassa di risparmio di Modena, è stato inaugurato oggi, presente il presidente della Regione Stefano Bonaccini. 

La realizzazione di un nuovo Servizio di endoscopia, collocato in un’area di 200 metri quadri, è stata pensata per garantire ai pazienti spazi moderni dedicati all'accoglienza, alle procedure in sedazione e analgesia e alla loro assistenza subito dopo gli esami. L’investimento complessivo realizzato dall’Azienda USL di Modena con fondi propri è di 390 mila euro. Il nuovo Servizio è stato realizzato in un area centrale all'ospedale, facilmente accessibile sia all’utenza esterna che ai degenti ricoverati. Il Servizio è stato dotato di alcune tecnologie moderne per migliorare l'esecuzione di indagini diagnostiche. L'attività endoscopica è articolata su sei giorni la settimana con sedute quotidiane di gastroscopia e colonscopia diagnostica. L’attività si completa inoltre con lo screening dei tumori del colon-retto e la presa in carico delle urgenze, in orario diurno.

La tomografia computerizzata (Tac) “GE OPTIMA 660”, ha un valore di oltre 450 mila euro ed è stata donata dalla Fondazione Cassa di 3Risparmio di Modena. La nuova Tac, già in funzione da alcuni mesi all'interno dell'Unità Operativa di Radiologia, possiede una tecnologia estremamente avanzata, capace di ridurre al minimo la quantità di dose radiante necessaria per svolgere gli esami e in grado di registrare immagini diagnostiche ad altissima risoluzione (fino a 128 strati).

L’ospedale di Pavullo è oggetto di ulteriori importanti investimenti: sono in corso i lavori relativi alla messa in sicurezza e all’adeguamento alle norme di prevenzione antincendio con un investimento complessivo con fondi statali di 1.450.000 euro, mentre nel corso del 2016 partirà l’intervento di ristrutturazione del comparto operatorio già finanziato con fondi regionali e propri di 1.800.000 euro.

All’inaugurazione sono intervenuti anche il Sindaco di Pavullo nel Frignano Romano Canovi, il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena Paolo Cavicchioli, il Direttore Generale dell’Azienda USL di Modena Massimo Annicchiarico, il Direttore della Radiologia dell’Ospedale di Pavullo Lorenzo Guicciardi e il Direttore del Servizio Endoscopia Digestiva dell’Ausl Rita Conigliaro. 

Il commento

“Innovazione e qualità dell’assistenza vanno di pari passo – ha detto Bonaccini al momento del taglio del nastro - L’attenzione che il nostro sistema rivolge alle tecnologie diagnostiche e agli interventi strutturali è una ulteriore dimostrazione della solidità del Servizio sanitario dell’Emilia-Romagna.
Questo gioiello diagnostico che inauguriamo oggi, così come i nuovi locali del Servizio di endoscopia e l’intervento che faremo più avanti per rinnovare il comparto operatorio, confermano l’importanza dell’Ospedale di Pavullo per il nostro sistema. Il principio l’ho ribadito più volte – ha aggiunto il presidente - vogliamo consentire ai professionisti sanitari e ai pazienti di poter contare su strutture all’altezza della qualità della sanità che questa regione ha sempre avuto”.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 09/01/2016 — ultima modifica 09/01/2016
< archiviato sotto: >
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it