L'Emilia-Romagna colpita dal maltempo

Preallarme per la piena dei fiumi nel bolognese e in Romagna, l’allerta della Protezione civile scade a mezzogiorno di oggi

In sintesi

Il maltempo ha colpito dalle province occidentali fino alla Romagna con neve, smottamenti e allagamenti diffusi che hanno provocato disagi alla circolazione su strade e ferrovie.
Inoltre, sono state evacuate tre famiglie nel reggiano e oltre 50 persone nel bolognese.
Sotto osservazione il livello di fiumi e corsi d’acqua, in particolare il Reno e gli affluenti nel bolognese e i fiumi Savio, Ronco e Bidente in Romagna.
La situazione è costantemente monitorata da Agenzia regionale di Protezione civile, Arpa, servizio regionale Difesa del suolo,  servizi tecnici di bacino, Comuni e Province, Vigili del fuoco.
A mezzogiorno scade l’allerta emanata dalla Protezione civile.

19.03.2013

Alluvione, pioggia, maltempo, casa allagataPioggia, vento, neve. Frane e smottamenti, stato di preallarme per i fiumi. Il maltempo ha colpito tutta la regione, dalle province occidentali fino alla Romagna.
Neve a Piacenza, con disagi alla circolazione in città e provincia. Disagi anche in autostrada, sull’A1, dove il tratto tra Pian del Voglio e Barberino (in direzione Firenze) è rimasto chiuso per circa tre ore a causa di uno smottamento, e sulla linea ferroviaria Prato-Bologna. Chiuso il canale del Reno, registrati allagamenti diffusi in pianura, nelle zone golenali.

Sono state evacuate tre famiglie a Castellarano, nel reggiano, e oltre 50 persone (famiglie ospitate in un campo sosta) nel pomeriggio di ieri dalle rive del fiume Reno a Casalecchio. L’Agenzia regionale di Protezione civile regionale ha disposto il trasferimento di una serie di gruppi elettrogeni del centro logistico di Tresigallo, nel ferrarese, alla caserma dei vigili di Borgotaro, nel Parmense, dove restano a disposizione in caso di necessitá.

L’Agenzia regionale di Protezione civile ha seguito costantemente l’evolversi della situazione, soprattutto per il livello dei fiumi e dei corsi d’acqua (che ha registrato un preoccupante innalzamento a causa delle abbondanti precipitazioni del fine settimana e dello scioglimento del manto nevoso) nelle province occidentali e in Romagna: “osservati speciali” il fiume Reno e i suoi affluenti nel bolognese, il fiume Enza tra Reggio e Parma, i fiumi Savio, Ronco e Bidente in Romagna, da ieri mattina in stato di preallarme.

La situazione è costantemente monitorata dal Centro operativo (Cor) dell’Agenzia insieme ad Arpa, al servizio regionale Difesa del suolo, ai servizi tecnici di bacino, Comuni e Province, vigili del fuoco e altre strutture tecniche dislocate nei territori interessati. Il Centro operativo regionale è aperto 24 ore su 24 e squadre di volontariato di Protezione civile sono state allertate per il presidio degli argini e per altre attività a supporto dei servizi tecnici di bacino. Oggi, a mezzogiorno, scade l’allerta di 42 ore emanata dalla Protezione civile. Tutta la regione è interessata da un netto miglioramento; per domani è prevista nuovamente pioggia.

Archivio news

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/03/2013 - ultima modifica 19/03/2013
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it