Mediazione e conciliazione

Organismi di mediazione

Gli organismi di mediazione sono enti abilitati a svolgere il procedimento di mediazione ed iscritti in un apposito registro istituito e tenuto presso il Dipartimento per gli affari di giustizia del Ministero della Giustizia.

Possono essere pubblici o privati.

Nel registro ove sono elencati è presente anche l'indicazione dei mediatori, dei mediatori specializzati nella materia internazionale e di quelli specializzati nella materia dei rapporti di consumo. Nel caso in cui l'organismo di mediazione sia un ente privato è specificato anche il nome dei soci, degli associati, degli amministratori e dei rappresentanti.

Il Ministero della giustizia provvede al monitoraggio statistico dei dati che si riferiscono alla mediazione obbligatoria, volontaria e demandata dal giudice. Per ciascuna tipologia di mediazione sono indicati i casi di successo della procedura ed i casi di esonero dal pagamento delle indennità per la concessione del gratuito patrocinio.

 

Come diventare organismo di mediazione: criteri per l’iscrizione nel registro

Occorre presentare domanda al responsabile del registro, il quale verifica che:

  • l’attività di mediazione non sia incompatibile con l’oggetto o lo scopo dell’ente
  • il capitale utilizzato sia pari a quello necessario per la costituzione di una srl, vale a dire 10.000 euro
  • l’attività si svolga in almeno due regioni ovvero in due province della medesima regione, anche mediante accordi con altri organismi
  • sia contratta una polizza assicurativa di importo non inferiore a 500.000 euro, per ogni responsabilità derivante dallo svolgimento dell’attività

In particolare gli organismi delle Camere di commercio, industria e artigianato sono iscritti a semplice domanda, sussistendo il mero requisito della polizza assicurativa e i requisiti minimi prescritti per i mediatori.

 

Ordini professionali e forensi

I consigli degli ordini professionali possono costituire organismi di mediazione nelle materie di loro competenza, previa autorizzazione del Ministero della giustizia, e l’iscrizione di questi ultimi è sottoposta al medesimo regime di quelli delle Camere di commercio. Gli ordini forensi, invece, possono costituire organismi di mediazione in ogni materia.

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/05/2013 — ultima modifica 27/04/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it