Educazione alla sostenibilità

Cittadinanza e beni comuni

Promuove il coinvolgimento attivo di cittadini e portatori di interessi nelle scelte dell’amministrazione regionale, attraverso strumenti, progetti e iniziative pubbliche. Dalle Agende 21 locali ai patti per la salute, dall’urbanistica partecipata alle piattaforme e-democracy.

Cosa fa la Regione

La Regione promuove processi e metodi partecipativi sul territorio, anche grazie alla legge regionale 3/2010. I processi partecipativi rappresentano un contesto per sperimentare nuovi metodi e strumenti per il coinvolgimento attivo della cittadinanza. Ogni processo partecipativo rappresenta un percorso di apprendimento, una progettazione comune e una occasione per tutti i soggetti chiamati in causa, per imparare vicendevolmente come si fa oggi ‘partecipazione’.

Molte azioni promosse dal servizio regionale Comunicazione hanno messo a disposizione della PA sui territori strumenti utili di lavoro: dal quaderno ‘Partecipare e decidere, insieme è meglio, guida per amministratori e tecnici’ del 2009, alla piattaforma e-democracy Io partecipo+ .

La legge regionale 27/2009 promuove attività di educazione alla sostenibilità in grado di sviluppare capacità di azione individuale e collettiva. Nell’ambito dei programmi triennali di attuazione della legge, la Regione ha dato impulso a numerose iniziative con lo scopo di trasmettere, condividere, sperimentare metodi e tecniche partecipative: da ‘Città sostenibile, impresa comune’ progetto realizzato nell’ambito del decennio Unesco per l’educazione allo sviluppo sostenibile (2009), al progetto Città civili dell’Emilia-Romagna avviato nel 2013 e tutt’ora in corso.

Numerose le attività specifiche realizzate, o ancora in corso, dall’Istituto per i Beni artistici, culturali e naturali (educazione alla cura dei beni culturali e del territorio), dal servizio Politiche europee e relazioni internazionali (educazione alla pace e ai diritti umani), servizio Assistenza territoriale (educazione tra pari, gruppi di auto-aiuto), servizio Prevenzione collettiva e Sanità pubblica (progetti di empowerment di comunità), Agenzia sanitaria e sociale regionale (toolkit per l’equità).

Di particolare interesse sono inoltre le attività svolte dall’Assemblea legislativa regionale attraverso conCittadini: un progetto rivolto anche alle scuole per promuovere e diffondere una cultura dei diritti, della legalità e della cittadinanza attiva.

A chi rivolgersi

Area Educazione alla sostenibilità - Agenzia Regionale Prevenzione Ambiente Energia (Arpae)

  • Progetto Città civili dell’Emilia-Romagna: 

Servizio Statistica, Comunicazione, Sistemi informativi geografici, Partecipazione

Istituto beni artistici culturali e naturali

Servizio Politiche europee e relazioni internazionali

Servizio Assistenza territoriale

Servizio Prevenzione collettiva e sanità pubblica

Agenzia sanitaria e sociale regionale

Assemblea legislativa regionale
Servizio Documentazione Europa e cittadinanza attiva

Norme e atti

Progetti in corso

Pubblicazioni

Azioni sul documento
Pubblicato il 26/08/2015 — ultima modifica 22/11/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it