Educazione alla sostenibilità

"Curiosi" per il fiume Lamone

Avviata l’attività didattica open air in collaborazione con la Consulta faentina delle Associazioni di Volontariato

Nell’ambito del percorso del progetto “Lamone Bene Comune”, proposto dal Ceas della Romagna Faentina, è stata avviata una intensa attività didattica open air – ancora in corso in questo ultimo mese di frequenza scolastica – in collaborazione con la Consulta faentina delle Associazioni di Volontariato.

L’attività si è sistematizzata come progetto scuola “Curiosi di natura”.  E proprio quest’ultimo - scrive in una nota il Ceas della Romagna Faentina - è diventato anche il titolo del quaderno di campagna realizzato e lasciato ad ogni giovanissimo studente della scuola primaria che prende parte a questa esplorazione del Lamone: il fiume di Faenza, per conoscere meglio, amare e proteggere questo nostro Bene comune”, come recita la mission del progetto riportata sulla copertina dello stesso quaderno.

4 ponti.jpgLa risposta degli istituti scolastici è stata alquanto positiva tant’è che ad oggi, alla sosta della chiusura dell’’anno scolastico, sono state 16 le classi coinvolte nelle visite, per un totale di 434 alunni a cui sommiamo insegnanti e genitori accompagnatori.

Un’attività didattico-promozionale di grande spessore curata da Franco Piani, coordinatore del Tavolo dell’Ambiente della Consulta faentina, in collaborazione con gli Assistenti civici e di Guardie Ecologiche Volontarie. Peraltro è opportuno ricordare che ad ogni insegnante viene rilasciata copia del libretto "Anello dei quattro ponti - una proposta di percorso", strumento guida con cui si descrive l’intero tracciato arginale urbano a suo tempo realizzato dal Comune di Faenza previa sistemazione del piano di calpestio, per renderlo utilizzabile, in ogni stagione dell’anno, con l’apposizione di cartellonistica sia visiva che illustrativa.

Per saperne di più

Foto Ceas Romagna Faentina

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina