Educazione alla sostenibilità

Percorsi sicuri casa-scuola

Un progetto di sistema per praticare la mobilità sostenibile. Esperienze di progettazione partecipata di percorsi sicuri casa-scuola in Emilia-Romagna.

Immagine dal progetto Percorsi sicuri

Il progetto regionale Percorsi sicuri casa – scuola nasce con l’obiettivo di promuovere l’uso della bicicletta e dell’andare a piedi negli spostamenti quotidiani casa-scuola, puntando a migliorare la sicurezza stradale di ciclisti e pedoni nelle aree di accesso alle scuole.

 

Gli obiettivi principali

  • Promuovere nei comuni capoluogo la realizzazione di opere di riqualificazione e di messa in sicurezza di aree e percorsi pedonali e ciclabili casa-scuola.
  • Selezionare gli interventi prioritari attraverso un percorso di coinvolgimento che utilizzi le metodologie della progettazione partecipata.
  • Stimolare una nuova capacità di gestire la mobilità urbana in un quadro di una maggiore sicurezza stradale per gli utenti più deboli.
  • Promuovere nuove abitudini quotidiane e lo sviluppo delle capacità motorie e relazionali dei bambini.
  • Ridurre l’inquinamento da traffico motorizzato e spazi più vivibili per studenti e cittadini.

Il progetto, realizzato dal 2009 al 2013 e coordinato dalla Regione, ha integrato l’attività di molti soggetti:

  • il servizio Comunicazione, educazione alla sostenibilità e strumenti di partecipazione che ha finanziato ai Comuni aderenti al progetto la formazione degli operatori e le attività di progettazione partecipata delle opere, vincolandone l’attuazione da parte dei Centri di educazione ambientale;
  • il servizio Politiche familiari, infanzia e adolescenza, con cui si è condiviso il programma di attività dell’associazione Camìna (Città amiche dell’infanzia e dell’adolescenza) e il relativo finanziamento;
  • il servizio Mobilità urbana e trasporto locale che ha cofinanziato le opere progettate con un contributo di oltre 50.000 euro per ogni Comune
  • i Comuni capoluogo di Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ravenna, Ferrara, Forlì, Cesena e Rimini che hanno realizzato gli interventi infrastrutturali (creazione o messa in sicurezza di piste ciclabili e zone pedonali, riqualificazione degli spazi adiacenti le scuole e della segnaletica stradale) e le attività educative avvalendosi dei Centri di educazione ambientale (ora Centri di educazione alla sostenibilità) e del supporto dell’associazione Camìna.

Il percorso

L’intero processo si è sviluppato come un’esperienza di apprendimento reciproco fra i diversi attori coinvolti, con ricadute positive a livello regionale e locale.

  • Un Gruppo di lavoro costituito a livello regionale con referenti di tutti i soggetti partecipanti ha condiviso linguaggi ed esperienze realizzate sul territorio regionale e ha seguito attività formative sulle tecniche della partecipazione.
  • I Ceas e i Comuni hanno lavorato con ragazzi e famiglie, insegnanti e dirigenti scolastici, polizia municipale, associazioni, aziende Usl, pediatri, quartieri e circoscrizioni attraverso una metodologia di lavoro basata sul loro coinvolgimento diretto nell’individuare le criticità e nella ricerca di soluzioni condivise. Sono state prodotte mappe e documenti discussi con i tecnici comunali.
  • A conclusione del percorso partecipativo gli uffici tecnici dei Comuni, recependo le indicazioni dei ragazzi, hanno curato la progettazione esecutiva delle opere e provveduto alla loro realizzazione concreta. È stato senza dubbio questo il risultato più incisivo a livello educativo per tutti i soggetti coinvolti.

Il progetto e i suoi risultati sono stati presentati, nell’ambito della settimana Unesco di Educazione allo sviluppo sostenibile 2010 dedicata al tema della mobilità sostenibile, in un convegno a Palazzo D’Accursio (pdf, 637.5 KB) (Bologna).

Le esperienze maturate con il progetto Percorsi sicuri casa-scuola, i materiali divulgativi e di approfondimento, sono disponibili online per offrire alle città strumenti utili per migliorare concretamente la qualità della vita delle comunità locali.

I progetti nei Comuni dell'Emilia-Romagna

Comune di Bologna

La scuola sulla buona strada

Comune di Cesena

Progetto pilota della via Savio di riqualificazione e messa in sicurezza dei percorsi ciclopedonali casa scuola - tratto tra incroci via Mario Bianchi e via della Valle

Comune di Ferrara

La messa in sicurezza dei percorsi ciclopedonali casa scuola (Liceo Ariosto e Scuola Secondaria di primo grado Matteo Maria Boiardo)

Comune di Forlì

Messa in sicurezza della viabilità nei pressi della scuola “Bersani” di Coriano

Tutti i materiali sul sito http://ambiente.comune.forli.fc.it/p/mobilita-sostenibile/percorsi-sicuri-casa-scuola/

Comune di Modena

Riqualificazione dell’area antistante il plesso scolastico M.L.King a Portile e completamento dei percorsi pedonali di collegamento

Comune di Piacenza

Interventi di moderazione della velocità e riorganizzazione della viabilità nelle Scuole medie Italo Calvino e Anna Frank

Comune di Ravenna

Il progetto Ciclope

Comune di Reggio Emilia

Il progetto GiroGavasseto

Comune di Rimini

Sicurezza nel percorso casa - scuola

I materiali

Link utili

Azioni sul documento
Pubblicato il 20/11/2015 — ultima modifica 20/11/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it