Sezioni

Educazione alla sostenibilità

Siamo nati per camminare

La campagna rivolta ai bambini e genitori delle scuole primarie dell'Emilia-Romagna per promuovere la mobilità pedonale e sostenibile, a partire dai percorsi casa-scuola. Focus 2018: (R)umori della città

Abitudine, comodità paura sono le ragioni che ci portano ad utilizzare quotidianamente l'automobile anche se i luoghi che dobbiamo raggiungere sono poco distanti da casa.

Eppure, accompagnando i nostri figli a piedi, non facciamo qualcosa di buono solo per la nostra salute, ma anche per l'ambiente. Si riduce l’inquinamento dell’aria e quello acustico, consumiamo meno risorse naturali, meno denaro e riduciamo il nostro impatto sull’ambiente.

Camminando un po’ ogni mattina si impara a conoscere più da vicino il territorio, si attiva la mente, c’è tempo per chiacchierare e osservare, ci si riappropria della città e la si anima riducendo il senso di insicurezza delle strade.

Ecco perché torna per il settimo anno consecutivo la campagna Siamo nati per camminare, promossa dalla Regione Emilia-Romagna e coordinata dal servizio Comunicazione, educazione alla sostenibilità con il supporto del Ceas Centro Antartide di Bologna.

L'edizione 2018

Il tema dell’edizione 2018 della campagna è quello della voce della città; dei suoni e dei rumori delle sue strade e dei suoi abitanti; e di come questi rumori hanno un effetto sul nostro benessere. Per questo nel claim parliamo di (r)umori.

Come d’abitudine inviteremo i bambini a riflettere con noi su questo tema, ad ascoltare e quindi raccontare quello che sentono lungo il percorso casa/scuola e a fare sentire a loro volta la propria voce. Per dialogare con la città e raccontare con musica e parole una storia, valorizzando l’aspetto corale e dunque di condivisone di questa azione.

A breve saranno disponibili i materiali e le modalità organizzative di quest'anno.

L'edizione 2017

La campagna mette in luce i diversi vantaggi della mobilità pedonale e ogni anno propone un approfondimento specifico: il focus dell’edizione 2017, alla quale aderiscono quasi 80 Comuni da tutta la regione, èCamminare bene comune”, e vuole valorizzare il camminare da intendersi come bene comune e sottolineare il “rispetto delle regole” non inteso come leggi, ma come abito culturale basato sulla fiducia, la solidarietà e il senso di responsabilità nei confronti della comunità in cui viviamo, sul rapporto fra l’andare a piedi e la socialità. I pedibus e bicibus ne sono un esempio chiave, con le passeggiate in gruppo fino a scuola. Il ritmo del camminare permette di osservare luoghi e incontrare le persone che vi abitano, scambiare un saluto per allacciare relazioni amichevoli e non conflittuali, ricostruire i rapporti di prossimità e incentivare la coesione sociale e il protagonismo civico sul territorio.

Un filo conduttore che viene anche sviluppato anche con la pubblicazione redatta e pubblicata proprio in occasione della campagna 2017.

Migliaia di bambine e bambini delle scuole primarie, e le loro famiglie, sono i destinatari diretti di cartoline e manifesti di Siamo nati per camminare, anche quest’anno in collaborazione con campagna Liberiamo l’aria.

Tanti gli eventi organizzati dai Comuni e Ceas in tutto il territorio. Nel mese di aprile è previsto l’appuntamento nella sede della Regione Emilia-Romagna che rappresenta un’opportunità di dialogo fra bambini e rappresentanti dell’amministrazione sulle politiche di mobilità e di coesione sociale.

Siamo nati per camminare si svolge in contemporanea con il Comune di Milano grazie all’attività dei Genitori Antismog

 

 

Per approfondire

 

Altri materiali utili

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/07/14 16:40:00 GMT+1 ultima modifica 2018-02-14T10:13:23+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?