Patto per il lavoro - Giovani Più

Più SERVIZI

Più STRUMENTI PER ENTRARE NEL MERCATO DEL LAVORO

La Regione ha istituito l’Agenzia regionale per il Lavoro, ha rafforzato i 37 Centri per l’impiego e ha accreditato tanti nuovi soggetti privati che collaborano con i Centri per l’impiego per offrire più servizi alle persone e alle imprese.

È nata così la Rete Attiva per il Lavoro che con oltre 500 uffici sul territorio regionale ora può aiutare i giovani a trovare un’occupazione. Grazie a questa rete progettiamo nuovi servizi, anche online, per corrispondere meglio alle esigenze dei giovani che cercano lavoro.

Servizi di orientamento e informazione per l'accesso al mercato del lavoro puoi trovarli anche negli oltre 500 Informagiovani e spazi di aggregazione presenti sul territorio regionale. Puoi rivolgerti a loro per un aiuto che va dalla compilazione del curriculum vitae a colloqui motivazionali, per usufruire di servizi che possono guidarti nell'avvio di un'attività di lavoro autonomo, come consulenze gratuite su tematiche fiscali o giuridiche, sull'accesso al credito, sul marketing e sul fund-raising.

In poche parole ti aiutiamo a muovere tutti i passi necessari per la ricerca di una buona occupazione e per la tua crescita professionale.


Più GARANZIA GIOVANI

Per coinvolgere e aiutare i giovani, anche i più fragili, a intraprendere un percorso di crescita.

Parte la seconda fase di Garanzia Giovani che attiva nuovi strumenti per facilitare l’accesso alle opportunità per tutti i giovani che non studiano e non lavorano - in particolare coloro che hanno maggiore difficoltà ad attivarsi in modo autonomo - e costruire per loro percorsi di crescita individuali. Tra le novità di Garanzia Giovani, il progetto SELFIEmployment che ha l'obiettivo di favorire lo sviluppo di idee di business da parte di giovani tra 18 e 29 anni, anche attraverso la concessione di prestiti a tasso zero.


Più ATTRATTIVITÀ

Per una regione giovane, dinamica e aperta.

Vogliamo sprigionare tutte le energie del sistema territoriale per trattenere i giovani emiliano-romagnoli qui, offrendo loro le migliori opportunità e le migliori condizioni per crescere.

Trattenere non significa privare i giovani della possibilità di fare esperienze all’estero, oggi decisive per costruire percorsi formativi e professionali coerenti con le potenzialità che offre la globalizzazione delle economie e delle società. Significa anzi dare anche ai giovani questa possibilità, attraendo sul territorio le progettualità e le risorse che l’Unione europea destina per favorire la mobilità nei percorsi formativi ai diversi livelli.

Intendiamo lavorare, insieme, per promuovere il rientro in Emilia-Romagna di giovani oggi all’estero perché qui non hanno trovato opportunità. Intendiamo rafforzare l’attrattività delle università e dei centri di ricerca per portare talenti sul territorio e offrire loro opportunità di lavoro e di ricerca altamente qualificate. Vogliamo infine attrarre da altri paesi e da altre regioni italiane tecnici specializzati che il nostro sistema economico-produttivo fatica a trovare e, parallelamente, attraverso una nuova generazione di politiche di orientamento, indirizzare più giovani verso scelte formative coerenti con i fabbisogni del territorio.

Sono tutti progetti in fase di costruzione, a breve attiveremo nuove azioni per sapere cosa ne pensano i giovani e procedere mettendo in campo nuovi servizi.

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/11/12 10:42:33 GMT+1 ultima modifica 2018-11-12T10:42:34+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina