Patto per il lavoro - Giovani Più

Nuove opportunità formative per chi cerca lavoro: informatica, inglese e competenze trasversali, corsi gratuiti su tutto il territorio

L’assessore Bianchi: "Investire in formazione significa investire sulla nostra risorsa più importante, le persone"

Lingue straniere, inglese soprattutto, e informatica, ma anche tutte quelle conoscenze e abilità di base utili a trovare lavoro, come ad esempio comunicare in modo efficace, riuscire ad affrontare e superare un colloquio o ad inserirsi bene in un team aziendale. La Regione Emilia-Romagna mette in campo su tutto il territorio, da Piacenza a Rimini, un pacchetto di percorsi formativi rivolti a persone non occupate che, per ridurre il divario tra le competenze possedute e quelle richieste dal mondo del lavoro, necessitano di una formazione aggiuntiva e specifica.

6 milioni di euro le risorse stanziate, attraverso il Fondo sociale europeo, che serviranno a finanziare percorsi brevi - di 8, 16, 32 ore - gratuiti, modulari, realizzabili in diverse sedi nell’ambito territoriale di riferimento e fruibili in modo personalizzato e individualizzato. Obiettivo: fare acquisire ai partecipanti l’insieme di conoscenze, competenze e abilità di base necessarie per ricercare attivamente un impiego ed essere in grado di stare nei contesti e nelle organizzazioni di lavoro. I corsi -realizzati da enti di formazione accreditati - sono strutturati in piccoli gruppi di 6-14 persone, replicabili in più edizioni, in funzione di quanto effettivamente necessario per rispondere ai fabbisogni dei partecipanti, e prevedono il rilascio di un attestato di frequenza al termine.

La dichiarazione dell’assessore Bianchi

“Investire in formazione significa dare alle persone nuove opportunità di inserimento in un mercato del lavoro sempre più esigente in termini di competenze richieste e in perenne trasformazione, afferma l’assessore regionale a Lavoro e Formazione professionale Patrizio Bianchi.  Garantire una nuova e buona occupazione ai cittadini dell’Emilia-Romagna è la nostra priorità, perché il lavoro è il presupposto irrinunciabile per una vita attiva e dignitosa. Approvando questa offerta, diversificata e diffusa sul territorio, di percorsi professionalizzanti, offriamo una possibilità concreta - a chi per la prima volta deve trovare un impiego o cercarlo dopo averlo perso - di acquisire competenze importanti, a partire da quelle informatiche e linguistiche. Continuiamo dunque - conclude l’assessore - come abbiamo previsto con il Patto per il lavoro, a investire sulle persone, la risorsa più importante per la crescita e lo sviluppo del nostro sistema economico-produttivo”.  

Per saperne di più

I corsi disponibili, suddivisi per ambito provinciale

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina