Fondazione per le vittime dei reati

Emilia-Romagna la prima regione ad aiutare chi è stato vittima di un reato

Queste le parole di Sergio Zavoli riprese nell'articolo del quotidiano Libertà del 30 settembre e pronunciate durante l’incontro della Fondazione Vittime Reati al Festival del Diritto di Piacenza tenutosi questo fine settembre.

 

Durante l’intervento, il Presidente della Fondazione ha fatto parlare i dati che dimostrano come le violenze sugli individui siano un fenomeno diffuso e preoccupante. Di più, perché il settanta per cento dei casi vede una donna come vittima, negli ambienti di lavoro come in casa, e nella stessa quotidianità della vita pubblica. D’altronde, fa riflettere Sergio Zavoli, anche i media propongono un’idea della donna ormai vetusta, e non attuale, squalificando il ruolo di grande valore che invece persegue in tutti gli ambiti, e la sua stessa dignità. L’invito conclusivo è quello, dunque, di alzare il livello di sensibilità su questi temi.
Inoltre il Presidente della Fondazione ricorda come in Italia latitino strumenti di risarcimento alle vittime dei reati, venendo per altro meno al recepimento di disposizioni comunitarie adottate invece negli altri paesi. Per questo sottolinea l’importanza della Fondazione come esempio virtuoso voluto da lui e da Vasco Errani.
Scarica qui l’articolo

Queste le parole di Sergio Zavoli durante l’incontro della Fondazione Vittime Reati al Festival del Diritto di Piacenza tenutosi questo fine settembre. Durante l’intervento, il Presidente della Fondazione ha fatto parlare i dati che dimostrano come le violenze sugli individui siano un fenomeno diffuso e preoccupante. Di più, perché il settanta per cento dei casi vede una donna come vittima, negli ambienti di lavoro come in casa, e nella stessa quotidianità della vita pubblica. D’altronde, fa riflettere Sergio Zavoli, anche i media propongono un’idea della donna ormai vetusta, e non attuale, squalificando il ruolo di grande valore che invece persegue in tutti gli ambiti, e la sua stessa dignità. L’invito conclusivo è quello, dunque, di alzare il livello di sensibilità su questi temi. Inoltre il Presidente della Fondazione ricorda come in Italia latitino strumenti di risarcimento alle vittime dei reati, venendo per altro meno al recepimento di disposizioni comunitarie adottate invece negli altri paesi. Per questo sottolinea l’importanza della Fondazione come esempio virtuoso voluto da lui e da Vasco Errani.

Scarica qui l’articolo

 

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/10/23 00:00:00 GMT+2 ultima modifica 2018-01-12T19:10:58+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina