Fondazione per le vittime dei reati

Archivio notizie

La Fondazione emiliano romagnola per le vittime dei reati espone alla Casa della Salute di Ferrara
La Casa della Salute “Cittadella San Rocco” di Ferrara ospita fino a marzo 2018 i tre pannelli illustrativi predisposti dalla Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, per informare e sensibilizzare la popolazione sul proprio operato.
Un contributo in segno di solidarietà all’anziano aggredito nella zona di Reggio Emilia
A 87 anni abitava da solo ed era ancora autonomo il giorno in cui, rincasando, ha sorpreso un ladro nella sua abitazione. L’uomo lo ha buttato a terra e ha inferito su di lui. Su istanza del Sindaco la Fondazione è venuta in suo soccorso.
Dopo i maltrattamenti, il totale disimpegno verso la moglie e i cinque bambini. La Fondazione interviene
Condividere un progetto con il partner e venire in Italia sperando in una vita migliore, far nascere qui i propri bambini e poi ritrovarsi succube di una serie infinita di violenze. Succede a tante donne come R.B., in Italia da oltre dieci anni. La Fondazione è intervenuta per aiutarla in questa fase di transizione verso l’autonomia.
A Cento e a Ravenna l’esperienza della Fondazione
Prosegue l’attività di informazione sulla Fondazione e sensibilizzazione sulle necessità delle persone colpite da gravi reati. L’occasione è venuta dalla partecipazione della Direttrice a due seminari, a Cento sulla violenza di genere e a Ravenna sul maltrattamento contro i minori.
Si è riunito a Bologna il coordinamento nazionale dei centri di supporto alle vittime
Un coordinamento nazionale dei centri e servizi di sostegno alle vittime di tutti i reati, in Italia, non esiste ancora. Le realtà disseminate sul territorio stanno cercando di costruirlo. L’ultima riunione si è tenuta il 20 novembre scorso a Bologna, presso la Fondazione e-r per le vittime dei reati.
L’ex compagno le ha incendiato la casa. La storia di Marilena, in occasione del 25 Novembre
La violenza di genere è centrale nelle decisioni della nostra Fondazione, che pure nasce per dare supporto a tutte le persone colpite da gravi reati dolosi, siano esse donne o uomini, bambini o ragazzi. Quest’anno celebriamo la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne con la storia di Marilena, una delle tante donne sostenute dal nostro organismo.
Nell’anniversario della Convenzione di New York, l’impegno della Fondazione per i diritti dei bambini e degli adolescenti
Ricorre oggi, 20 novembre, l’anniversario della Convenzione di New York siglata dalle Nazioni Unite nel 1990 e ratificata dall’Italia nel maggio 1991. Una buona occasione per rivedere gli interventi che la Fondazione ha attuato nel 2017 a favore di persone minorenni.
Al campus universitario di Forlì si parla della Fondazione
È stata l’esperienza della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati al centro dell’attenzione degli studenti del corso di Laurea Magistrale in Scienze criminologiche per l'investigazione e la sicurezza, a Forlì lo scorso 15 novembre.
Passava per caso ed è intervenuta. Grazie alla sensibilità e al coraggio di una passante, madre e bambino trovano aiuto
Dopo quattro anni di violenze, e grazie ad una sconosciuta che non ha avuto paura di intervenire, H. si è sottratta alla segregazione e ai maltrattamenti del marito. Aiuti dalla Casa delle Donne di Bologna, dal giudice, dai servizi territoriali… e dalla Fondazione.
Il Presidente Lucarelli e il Sindaco di Ferrara Tagliani incontrano Raffaella Pareschi, oggetto di una terribile aggressione
Il 6 novembre scorso, nell’ufficio del Sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, l’Amministrazione locale e la Fondazione hanno incontrato Raffaella Pareschi, oggetto di una terribile aggressione nella sua casa di Fossanova San Marco, poco fuori Ferrara, nel luglio 2016.
Il gioco di ruolo stavolta coinvolge gli adulti. A Ferrara, con il Presidente Lucarelli, alla Festa della Legalità e della Responsabilità
Pensato a misura di adolescenti e utilizzato in tante scuole dell’Emilia Romagna, il gioco di ruolo ideato dalla Fondazione e dal Teatro dell’Argine nell’ambito del progetto “Noi, parti offese. Solidarietà in scena” è stato proposto per la prima volta agli adulti. Con ottimi riscontri di insegnanti e operatori.
L’Istituto « Romagnosi » di Piacenza è la prima Scuola amica della Fondazione
Il 19 ottobre scorso una rappresentanza degli studenti dell’Istituto Tecnico “Romagnosi”, guidata dalla docente Paola Cordani, ha incontrato a Bologna il Vice Presidente e la Direttrice della Fondazione per consegnare la loro donazione a favore delle vittime di reato.
La solidarietà è di nuovo in scena. A Ferrara, con la Festa della legalità e della responsabilità
Il 24 ottobre, all'ITI e IPSIA di Ferrara è stato riproposto il gioco di ruolo “Noi, parti offese. Solidarietà in scena”. L’iniziativa è stata coordinata dal Comune di Ferrara nell’ambito della Festa della legalità e della responsabilità 2017 e ha visto nuovamente impegnati gli attori del Teatro dell’Argine insieme alla Fondazione.
Fondazione e Comune di Rimini in aiuto a Emmanuel Nnamani
La Fondazione ha stanziato un contributo in favore del giovane richiedente asilo che a Rimini, nel marzo scorso, era stato ricoverato in fin di vita in seguito ad una aggressione razzista. Apprezzamenti dall’Assessore regionale alla Legalità, Massimo Mezzetti, e dal vicesindaco del Comune di Rimini, Gloria Lisi.
La Fondazione sostiene le tre persone aggredite a Rimini nell’agosto scorso
Un sostegno economico non risolve un così grave trauma, ma potrà dare sollievo ai due giovani polacchi e alla cittadina peruviana vittime di violenze fisiche e sessuali nella notte tra il 25 e il 26 agosto scorso. L’Amministrazione comunale e le associazioni cittadine si erano attivate immediatamente per i primi aiuti.
Affrontate 17 istanze dal Comitato dei Garanti. In rilievo la violenza di genere nelle relazioni di intimità
Martedì 19 settembre si è insediato il nuovo Comitato dei Garanti che ha esaminato dieci richieste di aiuto pervenute dai sindaci, oltre a ratificare le decisioni assunte dalla direttrice nei primi mesi dell’anno su delega dell’Assemblea dei Soci. Non ancora pervenute richieste di aiuto per le “vittime di Igor”.
Un aiuto concreto per Gessica Notaro: "Non la lasceremo sola"
10mila euro per le spese sanitarie dalla Fondazione regionale per le vittime dei reati. Il 15 settembre la consegna a Rimini da parte del presidente, Carlo Lucarelli, e del presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Gessica Notaro ha sottolineato l'importanza di prevenire la violenza verso le donne e di far crescere la determinazione a denunciare sin dalle prime avvisaglie.
Subisce violenze durante e dopo il matrimonio. La Fondazione interviene per metterla al sicuro
Una relazione segnata da violenze verbali e fisiche, tra cui un tentativo di soffocamento davanti ai figli minorenni. Quando finalmente si decide a denunciarlo e a chiedere la separazione, lui inizia a perseguitarla e mette a rischio la sua vita.
Violentata e prostituita fin da bambina. Ora la psicoterapia
Potrà iniziare la psicoterapia una ragazzina che fin dall’infanzia è stata costretta dai familiari a subire atti sessuali da loro stessi e da sconosciuti. La piccola ha avuto il coraggio di confidarsi con un insegnante. Mancano ancora, in regione, centri pubblici specializzati sul maltrattamento e abuso all’infanzia.
Carlo Lucarelli è il nuovo presidente della Fondazione
Ha accettato l'incarico con grande entusiasmo, con impegno e sensibilità. “È un onore essere il successore di un grande Presidente come Sergio Zavoli”, ha affermato in conferenza stampa Carlo Lucarelli. Che già si prepara a proseguire nell'opera di narratore... dal punto di vista delle vittime.
Azioni sul documento

Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it