Fondazione per le vittime dei reati

Approvato il bilancio preventivo 2018. Due nuovi soci nella Fondazione

Si è svolta il 15 dicembre scorso a Bologna l’Assemblea dei Soci della Fondazione e-r per le vittime dei reati che ha approvato il bilancio preventivo 2018 e dato il benvenuto a due nuovi soci aderenti: l’Unione Pedemontana Parmense e l’Unione Val d’Enza, in provincia di Reggio Emilia.

Si arricchisce la compagine associativa e si conferma l’impegno di tutti i soci a favore della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, che nel 2018 potrà contare su un bilancio lievemente più ricco rispetto a quello dell’anno ormai terminato. L’Assemblea dei Soci del 15 dicembre scorso ha infatti ammesso due nuovi membri: l’Unione Pedemontana Parmense e l’Unione Val d’Enza.

Sono le prime Unioni di Comuni a aderire alla Fondazione, percorrendo una strada prevista dallo Statuto della Fondazione sin dal principio. Gli articoli 8 e 10 dell’atto statutario parlano proprio di “soci aderenti”, intesi come “enti locali singoli o associati che abbiano successivamente aderito alla Fondazione, accettando le regole statutarie e condividendo le finalità e gli scopi della Fondazione”.

Le due Unioni hanno assunto questa decisione in seguito ad aiuti che la Fondazione ha assicurato a cittadini del loro territorio, vittime di gravissimi reati. Si uniscono così agli altri soci aderenti: i Comuni di Novi di Modena, Sassuolo, Imola.

Nella seduta del 15 dicembre è stato inoltre ribadito l’impegno comune per far conoscere la Fondazione nei territori dell’Emilia Romagna sensibilizzando sia la cittadinanza, sia gli amministratori degli Enti locali e gli operatori che per primi hanno relazioni con le vittime di reato, quali forze di polizia e servizi territoriali.

Infine, l’Assemblea ha approvato il nuovo “Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione dic.  2017 – dic. 2020, inclusivo del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità (P.T.T.I.)” che ricalca il Piano del precedente triennio e, tra le altre cose, impegna la Fondazione a pubblicare gli aiuti stanziati a favore delle vittime di reato sulle pagine web, nell’apposita sezione “Amministrazione trasparente / Sovvenzioni, contributi, sussidi”, pur nel rispetto della riservatezza delle vittime, così da rendere trasparente il proprio operato.

Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione dic. 2017 – dic. 2020 inclusivo del Programma triennale per la trasparenza e l’integrità (P.T.T.I.), approvato dall'Assemblea dei Soci del 15 dic. 2017 (pdf, 288.0 KB)

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/12/28 17:25:57 GMT+1 ultima modifica 2017-12-28T16:18:17+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina