Por Fesr

I tecnopoli e la rete della ricerca

Sono state firmate tutte le convenzioni per la realizzazione dei programmi di ricerca, per un investimento complessivo pari a 168.360.349 euro, di cui 85.639.155,97 euro di contributo regionale.

I beneficiari (pdf, 63.0 KB) dei programmi di ricerca e gli investimenti (euro) sono:

  • Università di Bologna 42 milioni
  • Università di Ferrara 19,72 milioni
  • Università di Modena e Reggio Emilia 25,64 milioni
  • Università di Parma 16,34 milioni
  • Enea 10 milioni
  • Istituti Ortopedici Rizzoli 20,18 milioni
  • Cnr-Mister 12,6 milioni
  • Cnr-Proambiente 7,38 milioni
  • Musp 2,4 milioni
  • Leap 2,42 milioni
  • Ricos 1 milione
  • T3Lab 3 milioni
  • Crpa 958mila
  • Certimac 1,8 milioni

È stata avviata la nuova Rete regionale dell’alta tecnologia articolata in 10 tecnopoli (mappa), che sviluppano ricerca nelle filiere produttive più rilevanti in Emilia-Romagna: agroalimentare, costruzioni, energia e ambiente, ict e design, meccanica e materiali, scienze della vita. Un sistema che si compone di 36 laboratori a cui si aggiungono ulteriori 52 strutture di ricerca e trasferimento tecnologico accreditate, in parte supportate da interventi regionali integrati con il Por Fesr. Nel corso della programmazione 2007-2013 sono stai realizzati e inaugurati il Tecnopolo di Reggio Emilia, il laboratorio Teknehub a Ferrara e il Tecnopolo di Ravenna.

In base alle rilevazioni di Aster, dall'avvio della misura nel 2009 sono 1.679 progetti di ricerca sottoscritti tra laboratori e imprese, per un valore di 124 milioni di euro. Di queste risorse, quasi la metà, pari al 44%, è sostenuta da finanziamenti propri delle aziende committenti, senza ricorso a fondi pubblici.

I risultati concreti della collaborazione tra i laboratori di ricerca della Rete e le imprese in Emilia-Romagna sono stati raccolti nel rapporto Technology report 2013 - Dalla ricerca di soluzioni per l'industria, che contiene 55 best practice che mostrano come la ricerca industriale possa rispondere efficacemente alle esigenze di innovazione del tessuto produttivo e per l'incremento della competitività delle imprese.

È poi tuttora in corso l’iter di approvazione delle convenzioni per la realizzazione delle infrastrutture che ospiteranno i tecnopoli, alla cui realizzazione sono destinati investimenti per 70.425.658,57 euro, di cui 50.333.730 euro di contributo regionale. Sono 16 le convenzioni siglate per le infrastrutture elencate con i relativi investimenti in euro:

  • Comune di Ferrara (2,6 milioni)
  • Università di Ferrara (2 convenzioni, 3,1 milioni)
  • Comune di Piacenza (5,2 milioni)
  • Consorzio Leap di Piacenza (1,4 milioni)
  • Università di Modena e Reggio Emilia (5,7 milioni)
  • Comune di Reggio Emilia (5,5 milioni)
  • Università di Bologna - tecnopolo di Forlì-Cesena, sede di Predappio, ex Gallerie Caproni (2,9 milioni)
  • Comune di Cesena (2,9 milioni)
  • Comune di Rimini (2,9 milioni)
  • Unione Terre di Castelli (1,25 milioni)
  • Provincia di Forlì-Cesena (4,7 milioni)
  • Università degli Studi di Parma (6,92 milioni)
  • Comune di Forlì (3,14 milioni)
  • Università di Bologna, sede di Ravenna (800.000)
  • Cnr per il Tecnopolo di Bologna Ambimat - CNR, (2,91 milioni)
Azioni sul documento
Pubblicato il 12/03/2015 — ultima modifica 18/04/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it