Por Fesr

Fondo energia

Programma 2007-2013 - Asse 3, Attività III.1.3 Promozione della green economy tramite strumenti di ingegneria finanziaria - Fondo rotativo di finanza agevolata rivolto alla pmi
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 12/03/2015
Scadenza termini partecipazione 31/12/2015 23:55

Istituito con delibere di Giunta regionale n. 1419 del 2011 e n. 65 del 2012, il fondo mette a disposizione 23,7 milioni di euro ed è gestito dal raggruppamento temporaneo d’imprese Fondo energia, formato dai Confidi regionali Unifidi-Fidindustria. Diverse le banche convenzionate con il fondo: tutte le Banche di Credito cooperativo dell’Emilia-Romagna, la Banca Popolare dell’Emilia-Romagna, il Banco Popolare (che comprende l’ex Banco di San Geminiano e San Prospero e l’ex Banca Popolare di Lodi) e la Banca Popolare di Ravenna.

Dal 14 aprile 2014 è stata riaperta la possibilità di presentare domanda al fondo rotativo di finanza agevolata per la green economy, sull’Asse 3 del Programma Fesr 2007-2013. Si confermano le importanti novità per le imprese interessate ad investire, contenute nella delibera regionale n. 1742 del 25 novembre 2013.

Dal 2 marzo 2015 riapre la possibilità di presentare on line le domande con le nuove modalità definite dalla delibera 94/2015 che ha innalzato la percentuale di provvista pubblica al 70% mentre il 30% è la provvista degli stituti di credito convenzionati.  

La Regione Emilia-Romagna con Delibera n. 729/2015 (pdf, 253.1 KB) ha deliberato una dotazione aggiuntiva del Fondo Energia dell’importo di sei milioni di euro, che si sommano al plafond iniziale di 9,5 milioni proveniente dalle risorse del Por Fesr 2007-2013.

 Il Fondo Energia concede un finanziamento a un tasso medio agevolato, alle imprese per progetti destinati all’efficientamento energetico, alla produzione di energia da fonti rinnovabili e alla realizzazione di impianti tecnologici che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. I finanziamenti vanno da un minimo di 20 mila euro fino a 1 milione di euro e sono concessi per una durata massima di 84 mesi a un tasso annuo effettivo globale (Taeg) pari a Euribor + 1.3%, grazie alla provvista pubblica a tasso zero che copre il 70% del finanziamento.

Possono accedere al Fondo e alla dotazione aggiuntiva anche le imprese del commercio e del turismo.

Le domande devono essere presentate interamente online sul sito del Fondo Energia entro le ore 17 del 31 dicembre 2015.
L'impresa beneficiaria deve rendicontare almeno il 50% degli investimenti inseriti a progetto entro il 31/03/2016. La rendicontazione finale deve avvenire entro ol 30 settembre 2016.

 


Per informazioni
Fondo energia Emilia-Romagna Unifidi - Fidindustria
E-mail info@fondoenergia.eu

www.fondoenergia.eu

Azioni sul documento
Pubblicato il 12/03/2015 — ultima modifica 18/01/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it