Delegazione presso l'UE: Europass

Safety and efficacy of sodium selenate as feed additive for ruminants

Data di pubblicazione: 22/07/2019

Ambito sintetico: Alimentazione animale

Sintesi a cura dell'Università di Parma:

Sicurezza ed efficacia del selenato di sodio come additivo per mangimi per ruminanti

A seguito di una richiesta della Commissione Europea, all'EFSA è stato chiesto di esprimere un parere scientifico in merito alla sicurezza e all'efficacia del selenato di sodio come additivo alimentare per animali ruminanti, usato mediante un dispositivo intraruminale. Il gruppo di esperti scientifici dell'EFSA che compone il panel su additivi e prodotti o sostanze utilizzati in mangimi (FEEDAP) conclude che il presente composto è sicuro per i ruminanti. La decisione è stata fatta sulla base de:

  • la stima del rilascio di selenio;
  • lo studio delle somiglianze nella biodisponibilità con selenite di sodio;
  • l'esperienza con l’uso di dispositivi intraruminali nella nutrizione dei ruminanti e
  • l'ampio margine di sicurezza rispetto al massimo livello tollerabile (MLT) di selenio nei ruminanti.

L'uso del selenato di sodio mediante somministrazione in bolo intraruminale fornisce, infatti, un apporto di selenio che non è superiore a quello risultante dal livello massimo autorizzato dall’UE di selenio totale generalmente presente nei mangimi. Per cui il presente additivo non presenta preoccupazioni per la sicurezza dei consumatori. L'additivo è considerato irritante per pelle ed occhi, anche se non costituisce un rischio per gli utenti per via inalatoria. Inoltre, potrebbe essere un sensibilizzante cutaneo e respiratorio. Sulla base di studi presenti in letteratura ed eseguiti su bovini e ovini, il gruppo FEEDAP conclude che il selenato di sodio rilasciato somministrato mediante dispositivo intraruminale è una fonte efficace di selenio e quindi, soddisfa i requisiti degli animali ruminanti. Di seguito il gruppo FEEDAP ha redatto alcune raccomandazioni sull'uso dell’additivo in questione specialmente se usato per ruminanti di piccole dimensioni.

Oltre al suddetto composto, il gruppo di esperta ha valutato la:

  • Sicurezza ed efficacia di Natuphos® E (6-fitasi) come additivo usato in mangimi per galline ovaiole, pollame ed altre specie avicole per la deposizione.
    Il gruppo di esperti scientifici FEEDAP aveva precedentemente concluso e oggi riconfermato, che l'additivo è sicuro per le specie animali in oggetto, per i consumatori e per l’ambiente.
  • Sicurezza ed efficacia dei chelati di ferro di lisina ed acido glutammico come additivo per mangimi destinati a tutte le specie animali.
    Non presenta un rischio per i consumatori, purché i livelli massimi totali autorizzati di ferro nei mangimi vengano rispettati. A causa del contenuto di ferro e nichel, la manipolazione dell'additivo costituisce un rischio (per via inalatoria) per gli utenti. L'additivo è inoltre, considerato un sensibilizzante cutaneo e respiratorio; irritante per gli occhi ma non per la pelle. A causa delle limitazioni nello studio fornito ad EFSA, il gruppo FEEDAP non può concludere un’argomentazione relativa all'efficacia dell'additivo per tutte le specie e categorie di animali.
  • Sicurezza ed efficacia di L-istidina monocloridrato monoidrato prodotta medianto Corynebacterium glutamicum KCCM 80172, destinata a amngimi per tutte le specie animali.
    Il presente composto è considerato sicuro, ma è richiesta una protezione per evitare la degradazione dello stesso a livello del rumine.
  • Sicurezza ed efficacia dei chelati di zinco di lisina ed acido glutammico come additivo per mangimi destinati a tutte le specie animali.
    Il gruppo di esperti scientifici conclude che, per motivi di sicurezza, l'uso simultaneo di entrambi i mangimi con Zinco-LG dovrebbe essere evitato. A causa del contenuto di zinco, la manipolazione dell'additivo costituisce un rischio agli utenti per via inalatoria. L'additivo è considerato sensibilizzante per la pelle e per il sistema respiratorio, ma non è irritante per occhi e pelle. Infine, l'additivo è efficace nel soddisfare i requisiti di zinco degli animali a cui è destinato.
  • Sicurezza di un olio essenziale dall'Origanum vulgare hirtum letsw. var. Vulkan usato come additivo sensoriale nei mangimi destinati a tutte le specie animali.
    Il gruppo di esperti ha concluso che l'additivo è sicuro per i consumatori, per gli animali e per l’ambiente, ma dovrebbe essere considerato irritante per pelle ed occhi.
  • Sicurezza ed efficacia di L-istidina monocloridrato monoidrato prodotta con Corynebacterium glutamicum KCCM 80179 per tutte le specie animali.
    Il presente composto è considerato sicuro.
  • Sicurezza ed efficacia di AviPlus® come additivo per mangimi per tacchini da ingrasso, tacchini allevati per suinetti da riproduzione e da latte. L'additivo è considerato sicuro per il consumatore e per l’ambiente. L'additivo è considerato un potenziale irritante per pelle ed occhi e sensibilizzante per la pelle.
  • Efficacia del Bacillus subtilis DSM 28343 come additivo zootecnico (stabilizzatore del microbiota intestinale) per vitelli da allevamento. Il presente additivo è efficace come stabilizzatore del microbiota intestinale secondo le condizioni d'uso proposte.

Link: http://www.efsa.europa.eu/en/efsajournal/pub/5788

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/07/29 16:41:30 GMT+1 ultima modifica 2019-07-29T16:41:30+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina