Consumatori

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2013 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Pino Staffa: "1001 consigli per risparmiare"

In tempi di crisi, risparmiare è una necessità impellente. Ecco 1001 consigli utili da Pino Staffa, presidente di BabyConsumers

Vi piacerebbe risparmiare fino a 8.000 euro l’anno, senza impazzire né perdere tempo a cercare le giuste informazioni? Secondo qualcuno, è possibile. In soccorso dei consumatori sempre più tartassati dalla crisi, è da poco in libreria “1001 Consigli per risparmiare” (Hoepli, 184 pagine, 9,90 euro): una guida scritta a due mani da Antonio Scuglia, giornalista del quotidiano “Il Tirreno”, e Pino Staffa, presidente dell’associazione BabyConsumers.

Il volume - disponibile anche in formato ebook - contiene una serie di indicazioni facili da seguire per ritrovarsi in fondo all’anno con un po’ di quattrini in più sul conto in banca: quelli che si  eviterà di buttare per distrazione, scarsa informazione, mancata conoscenza dei propri  diritti o semplicemente perché ciascuno di noi spreca qualcosa solo perché non  sa che può scegliere‪.

Abbiamo chiesto a Pino Staffa qualcuno di questi consigli (per saperne di più, c’è il blog: http://www.guadagnare-risparmiando.it e la pagina facebook:  https://www.facebook.com/pages/1001-consigli-per-risparmiare/742035402492349?ref=hl)‪.

Allegato al libro, inoltre, c’è un Cd-rom contenente oltre 100 lettere precompilate per formulare disdette da contratti indesiderati, esercitare il diritto di recesso, stabilire (e fare rispettare) patti chiari con fornitori e venditori.

Staffa, luce, acqua e gas: come si fa a risparmiare sulle bollette?1001 consigli per risparmiare

‏Iniziamo con lo stabilizzare la temperatura del nostro appartamento sui 20 gradi e a vestirci adeguatamente quando è freddo. Proseguiamo, poi con qualche utile accorgimento‪, come quello di far ‪"rimbalzare‪" nella stanza il calore del termosifone mettendo fogli di alluminio tra il calorifero e il muro, limitare le dispersioni di energia elettrica controllando i filtri e le guarnizioni degli elettrodomestici, scegliere lampadine a risparmio energetico e pulirle periodicamente (una lampadina sporca illumina di meno!).

Allo stesso modo, per ridurre i consumi dell’acqua domestica fino al 30%, è sufficiente applicare dei miscelatori sugli ugelli dei principali rubinetti di casa, mentre si  raggiunge un risparmio del 50% utilizzando l’acqua piovana per annaffiare le piante o irrigare il giardino (basta raccoglierla con un secchio!).

Esiste qualche trucco anche per telefono e internet?

‏Per quanto riguarda il telefono, la regola numero uno per risparmiare è quella di non vincolarsi per lunghi periodi ad un gestore, soprattutto se sono previste forti penali in caso di recesso anticipato. La portabilità del numero e del credito residuo, infatti, spesso consentono di beneficiare di offerte e sconti vantaggiosi a chi abbandona la concorrenza. Non solo. Per tagliare sui costi è bene prestare attenzione ai servizi non richiesti, scegliere di farsi inviare le bollette per e-mail anziché per posta, ed installare sullo smartphone applicazioni che permettono di inviare sms e chattare gratis. Infine, è indispensabile controllare con attenzione le varie funzioni del cellulare e le app che, in automatico, vi costringono a rimanere sempre connessi ad internet.

Passiamo al capitolo Rc e benzina…monete

‏Con le giuste informazioni, non è complicato limitare le voci di spesa relative all’automobile. Per quanto riguarda l’Rc-auto è bene ricordare che le polizze online - confrontate con i numerosi comparatori disponibili su internet - consentono forti risparmi. Allo stesso modo, è utile verificare di avere i requisiti necessari per usufruire della Legge Bersani, che consente di richiedere la classe di merito applicata ad un altro veicolo già in possesso vostro o di un famigliare convivente. Per quanto riguarda il carburante, invece, scegliere il self service al distributore consente un risparmio di 5-10 centesimi al litro. Attenzione, inoltre, alla manutenzione dell’auto: una vettura “ben tenuta” aumenta considerevolmente le sue performance e, di conseguenza, riduce il consumo di benzina.

È possibile tagliare anche i costi di banche e mutuo?

‏Nel budget familiare banche e mutuo costituiscono una tra le voci di spesa più consistenti. Anche in questo caso, però, è sufficiente seguire poche e semplici regole per evitare inutili salassi. Scegliere un conto corrente a pacchetto, ad esempio, permette di conoscere in anticipo i servizi inclusi e il relativo costo annuale o mensile. Non dimenticare, inoltre, che l’invio dell’estratto conto cartaceo non è mai gratuito: per questa ragione è meglio optare per l’estratto conto “virtuale”, che prevede l’invio delle comunicazioni per posta elettronica. Per quanto riguarda invece il mutuo, il consiglio è quello di bilanciare con attenzione la durata del presiti con l’ammontare della rata, ricordando che un mutuo più breve (10-15 anni) costa meno di uno medio-lungo (20-25 anni) in termini di interesse e quindi di spesa totale, anche se l’importo della rata è ovviamente maggiore. Si anche alla rinegoziazione del mutuo: bastano infatti 10 giorni per passare ad un mutuo più vantaggioso, senza incorrere nel pagamento di penali.

‏Nel libro c’è anche un capitolo sulla salute, davvero è possibile tagliare anche su questo?

Sì, per esempio approfittando degli screening gratuiti che Asl, ospedali ed aziende farmaceutiche offrono periodicamente, spesso in occasione di particolari iniziative: la giornata della vista, la settimana dell’osteoporosi, il mese della prevenzione dentale, ecc. Non solo. In pochi sanno che i donatori di sangue possono usufruire di una serie di esami del sangue gratuiti, con tanto di giornata lavorativa retribuita in caso di lavoratori dipendenti. Per quanto riguarda invece i farmaci, per risparmiare un bel gruzzolo a fine anno, basta ricorrere ai cosiddetti “generici”, ancora poco utilizzati nel nostro paese. Basti pensare che in Italia solo il 15-20% dei consumatori li utilizza, nonostante sia possibile risparmiare fino al 50% ogni anni sul prezzo di pillole, sciroppi ed altri medicinali.

Risparmiare spesso significa eliminare i beni superflui, tra questi vanno incluse anche le vacanze?

‏Assolutamente no. Risparmiare è possibile anche sui viaggi e le vacanze. Basta utilizzare internet: i costi di gestione delle agenzie online sono di gran lunga inferiori rispetto a quelle tradizionali, e questo permette di “spuntare” prezzi interessanti. Con una doverosa precisazione: leggere sempre con attenzione le clausole dei contratti prima di sottoscriverle e prestare attenzione lungo in percorso di prenotazione, al fine di evitare tranelli e spese non desiderate. In ogni caso, la rete è una vera e propria miniera d’oro quando si tratta di risparmiare sulle vacanze. Basti pensare, ad esempio, ai siti di scambio-casa, che consentono di far incontrare “virtualmente” persone disposte a fare lo scambio del proprio appartamento in un determinato periodo dell’anno.

Ascolta l'intervista a Pino Staffa

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/02/2014 — ultima modifica 20/02/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it