Consumatori

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2013 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Le sfide dell’Emilia-Romagna dopo l’Expo, si riparte dal cibo

Il sistema regione punterà prima di tutto su Fico e sul World Food Research and Innovation Forum che si terrà a maggio al Cibus di Parma

L’Emilia-Romagna progetta il dopo Expo programmando le azioni per dare continuità alle politiche avviate a Milano e che si svilupperanno nei prossimi anni in vista di Expo 2020 Dubai. Si punterà perciò sul World Food Research & Innovation Forum a Cibus 2016 (il 9 e 10 maggio a Parma), sul progetto Fico Eataly World, operativo dal 2017 a Bologna, ma anche sulle misure di internazionalizzazione a sostegno di imprese e sistema fieristico, sulla promozione e valorizzazione della food valley - insieme alla motor valley e alla health & wellness valley - nonché sull’integrazione delle politiche di sviluppo regionale sostenute dal Psr, Por-Fesr e Fse con azioni specifiche rivolte alla dimensione internazionale.

Delle sfide del dopo Expo si è parlato in un incontro al Mast di Bologna a cui hanno partecipato il segretario Generale Padiglione Italia Fabrizio Grillo, il direttore generale Caab Alessandro Bonfiglioli, l'amministratore delegato di Fico Eataly World, Tiziana Primori, il presidente Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e tanti dei protagonisti emiliano-romagnoli ad Expo.

L’obiettivo, secondo il presidente Bonaccini, è sfruttare nei prossimi anni “la grande opportunità rappresentata da un’agricoltura e un’agroalimentare che recentemente hanno confermato la leadership in Europa con 42 dop e Igp e visto l’attribuzione a Parma del riconoscimento di città creativa della gastronomia Unesco; dalla ricerca e dall’innovazione, a partire dal prossimo appuntamento, proprio nella città ducale in occasione di Cibus, del World Food Research and Innovation forum”.  

Il primo evento sul  dopo Expo si terrà il 25 gennaio a Bologna con l’appuntamento di follow-up “L’eredità di Expo per l’agricoltura dell’Emilia-Romagna: un futuro di innovazione e internazionalizzazione”, un’occasione di confronto operativo con le imprese agricole ed agroalimentari regionali per una programmazione congiunta dell'internazionalizzazione del settore.

Sul versante della cultura, saranno il Maestro Riccardo Muti e l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini i testimonial dell’Emilia-Romagna nel mondo. Tra i principali appuntamenti: nel marzo 2016 il tradizionale concerto ‘Le vie dell’amicizia’ a Tokyo, in occasione delle Celebrazioni del 150° anniversario dell’instaurazione delle relazioni diplomatiche Italia-Giappone e, ancora nel 2016, l’edizione dedicata al Giappone del Ravenna Festival. Nel febbraio 2016 alla Berlinale, il Festival del Cinema di Berlino la Regione, insieme alla Cineteca di Bologna e ad Apt servizi, presenterà il nuovo Fondo regionale per l’audiovisivo. In quell’occasione sarà presentata la copia restaurata dalla Cineteca del film Amarcord di Federico Fellini. 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 18/12/2015 — ultima modifica 18/12/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it