Consumatori

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2013 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Educazione alimentare: una “piazza partecipativa” della Regione

Come promuovere un consumo alimentare consapevole? La Regione mette a disposizione una nuova “piazza partecipativa” per la costruzione di un programma di educazione alimentare

Definire le priorità d’intervento per promuovere un consumo alimentare consapevole, a partire dalla conoscenza della produzione agroalimentare del territorio. E’ questo il principale obiettivo per cui la Regione, ogni tre anni, predispone il Programma per l’orientamento dei consumi e l’educazione alimentare,  uno strumento previsto dalla Legge regionale 29/2002.

Proprio perché le linee di indirizzo della Regione su questo tema avranno ricadute importanti, si è deciso di rendere partecipi cittadini, associazioni, scuole, università, imprese agricole ed agroalimentari, coinvolgendoli nella fase propositiva e di consultazione.

L’obiettivo della Piazza "Il cibo di domani: programma 2017-2019" è infatti raccogliere idee e proposte per costruire il programma regionale di orientamento dei consumi e educazione alimentare per il triennio 2017-19.

In particolare si vogliono conoscere le esigenze di tutti i soggetti coinvolti, in modo che il nuovo Programma rappresenti davvero le istanze che emergono dai vari attori; far emergere dal basso idee per nuovi stili di vita per diffondere un consumo alimentare consapevole; trovare nuovi modi per far comprendere la connessione tra agricoltura e alimentazione e, in particolare, i vantaggi derivanti dal consumo di prodotti a qualità certificata  e ottenuti con tecniche produttive sostenibili.

Il forum di discussione all’interno della "Piazza" rimarrà aperto fino al 12 dicembre, mentre la piazza sia con i contributi del forum sia con tutta la documentazione che scaturirà dal forum rimarrà aperta fino al 31 gennaio prossimo.

Il Programma di educazione alimentare e orientamento dei consumi

Il Programma prevede la produzione di materiali informativi e educativi e nell’ideazione e realizzazione di eventi e manifestazioni, coordinati dall’Assessorato regionale "Agricoltura, caccia e pesca" e rivolti a tutta la popolazione.

Strumento fondamentale è la rete delle fattorie didattiche  dell’Emilia-Romagna che mette a disposizione le proprie competenze e consente di svolgere le azioni educative direttamente nei luoghi della produzione agricola, promuovendo occasioni d’incontro tra imprenditori agricoli e cittadini.

Le iniziative si affiancheranno ai programmi messi in atto sul versante delle Politiche per la salute, attuati dal competente Assessorato attraverso i Piani regionali della prevenzione, così come si intreccerà con il Programma di Educazione alla Sostenibilità, in via di approvazione.

Cosa fare in "Piazza"

All’interno della Piazza, attraverso una serie di strumenti dinamici, si può prendere parte alle attività, tenersi aggiornati sulle ultime novità (AVVISI)  che interessano il percorso di elaborazione del Programma di educazione alimentare e orientamento dei consumi, partecipare a FORUM già attivi o proporne di nuovi, consultare documenti tecnici e le norme in vigore  e infine intervenire direttamente con domande, segnalazioni o proposte.

Come sarà il cibo di domani? Come avere cibo sano e sostenibile? Come comunicare in modo efficace per promuovere consapevolezza sul cibo?

 

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 08/11/2016 — ultima modifica 08/11/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it