Consumatori

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2013 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Francia, piatti e posate di plastica diventano “fuorilegge”

Notizie dall’Europa: la Francia mette al bando stoviglie e posate di plastica usa e getta. Obiettivi: ridurre l’inquinamento e promuovere l’acquisto di oggetti biodegradabili

Per i francesi una “piccola rivoluzione”. Addio a feste e picnic con piatti e bicchieri monouso e con posate di plastica usa e getta, tanto comodi da utilizzare quanto nocivi per l’ambiente. Il Governo transalpino ha infatti deciso di mettere al bando coltelli, forchette, bicchieri, tazze e piatti di plastica usa e getta. L’obiettivo del provvedimento è di ridurre l’inquinamento da plastica, tutelando la natura dall’accumulo di rifiuti e promuovendo l’acquisto di articoli riutilizzabili.

Tra gli scopi della legge, c’è la riduzione dei consumi di energia e il calo dei rifiuti prodotti dall’industria della plastica. La nuova normativa avrà impatto non solo sulle famiglie che si recano al parco per un picnic, ma anche sui dipendenti degli uffici che durante la pausa caffé non potranno più utilizzare bicchierini di plastica.

La misura, entrata in vigore di recente, mira a risolvere il problema dell’inquinamento da plastica alla radice, obbligando i produttori a produrre soltanto posate e piatti biodegradabili con materie prime vegetali e compostabili. L’industria francese avrà tempo fino al 2020 per adeguarsi alla normativa.

La guerra alla plastica della Francia è iniziata lo scorso luglio, quando il Governo ha messo al bando le buste non riutilizzabili. La normativa francese in materia di rifiuti plastici è una delle più severe del mondo. Anche se diversi Paesi hanno messo al bando le buste di plastica, la Francia è la prima nazione a mettere al bando anche le posate e i piatti usa e getta.

Azioni sul documento
Pubblicato il 19/09/2016 — ultima modifica 19/09/2016
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it