Consumatori

Realizzato nell'ambito del Programma regionale generale di intervento 2013 con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico

Commercio equo e solidale

Il commercio equo e solidale è una forma di commercio internazionale nella quale si cerca di garantire ai produttori ed ai lavoratori dei paesi in via di sviluppo un trattamento economico e sociale equo e rispettoso e si contrappone alle pratiche di commercio basate sullo sfruttamento. Contribuisce a uno sviluppo sostenibile, offrendo migliori condizioni e assicurando i diritti dei produttori e dei lavoratori del Sud del mondo. Le organizzazioni del Commercio Equo solidale sono cooperative sociali o associazioni (quindi enti no-profit).

Cosa fa la Regione

La legge regionale n. 26/2009 rappresenta un valido strumento a supporto degli obiettivi che il commercio equo solidale dell’Emilia-Romagna intende raggiungere e che consentirà nel corso degli anni lo sviluppo di nuove politiche ed il miglioramento della coesione sociale in tema di sostenibilità e giustizia nelle relazioni tra nord e sud del mondo.

Ai sensi dell’art. 6 della citata legge regionale, è stato realizzato il 3° progetto intitolato “Terra Equa- Festival del Commercio Equo e dell’Economia Solidale in Emilia-Romagna”. L’evento principale del progetto è stato costituito dall’organizzazione della giornata del “Festival del Commercio Equo e dell’Economia Solidale dell’Emilia Romagna ” che si è svolto a Bologna il 7 e 8 giugno  2014. In queste giornate, sono stati organizzati una serie di eventi: mostre, seminari, dibattiti, laboratori, spettacoli, esposizione e vendita dei prodotti equosolidali, con la presenza di rappresentanti dei piccoli produttori del Sud mondo.

La terza edizione, nonostante un periodo di svolgimento meno favorevole rispetto alle precedenti,  che si sono tenute nel mese di maggio, ha visto comunque  la presenza di circa 9.000 persone e si è rivelato come l’evento più importante  del commercio equo solidale, mai realizzato in Emilia-Romagna.

Iniziative similari, sono state  inoltre organizzate su tutte le provincie della nostra regione.  Il progetto ha visto  la realizzazione di attività info educative nelle scuole di ogni ordine e grado, con appositi moduli didattici,  che saranno anche riproposti nei mesi successivi alla conclusione del progetto. In tutto sono stati realizzati 50 incontri in 43 classi differenti,  coinvolgendo approssimativamente 900 tra bambini e ragazzi, per una durata di 100 ore di didattica.

Gli obiettivi principali del progetto sono:

  • promuovere il commercio equo solidale in tutto il territorio regionale;
  • far conoscere la realtà delle organizzazioni COMES presenti nella regione;
  • rafforzare le organizzazioni COMES regionali e la collaborazione fra queste e le amministrazioni locali;
  • sviluppare e incentivare le azioni info educative nelle scuole, con lo scopo di promuovere una maggiore conoscenza del commercio equo solidale e di un’economia più giusta tra nord e sud del mondo;
  • sviluppare nuove forme di collaborazione e di cooperazione tra le organizzazioni COMES e gli altri soggetti che in Regione, operano nell’ambito del commercio equo e solidale;
  • promuovere nei consumatori la consapevolezza di scegliere e consumare in modo responsabile.

A chi rivolgersi

Servizio Commercio, turismo e qualità aree turistiche

Marcello Santoro
tel. 051/5276505
msantoro@regione.emilia-romagna.it

Azioni sul documento
Pubblicato il 17/02/2014 — ultima modifica 17/03/2015

 

Realizzato nell'ambito del Programma generale di intervento 2013 della Regione Emilia-Romagna con l'utilizzo dei fondi del Ministero dello Sviluppo economico.

 
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it