Consigliere di parità

Conciliazione Famiglia-Lavoro

Informazioni e notizie per aiutare le lavoratrici e i lavoratori a tutelare i propri diritti

Dimissioni e risoluzioni consensuali

Norma introdotta dalla L. 92/2012 “Riforma Fornero del mercato del lavoro” per contrastare il fenomeno delle dimissioni in bianco, pratica che prevede la richiesta del datore di lavoro di far sottoscrivere al lavoratore, spesso al momento dell’assunzione, una lettera di dimissioni priva di data, da utilizzare in occasione di quegli eventi che possono incorrere durante un rapporto di lavoro, quali maternità, infortunio, malattie.

 

Gravidanza/Maternità/Paternità

Il Testo Unico D.Lgs. 151/2001  disciplina i congedi, i riposi, i permessi e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori connessi alla maternita' e paternita' di figli naturali, adottivi e in affidamento, nonche' il sostegno economico alla maternita' e alla paternita'. Il testo unico ha poi subito negli anni modifiche con lo scopo di migliorare la tutela e il sostegno delle madri e dei padri.

 

Adozione/Affidamento

La L. 24 dicembre 2007, n. 244 (legge finanziaria 2008) ha apportato modifiche al D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 in tema di tutela della maternità e della paternità in caso di adozione o affidamento. Il trattamento dei genitori adottivi e affidatari è stato equiparato a quello dei genitori naturali per quanto riguarda i congedi di maternità, paternità e quelli parentali a prescindere dall’età del bambino adottato o affidato.

 

Malattia

 

Il lavoro di cura/Caregiver familiare

La crescita esponenziale della popolazione anziana, unita alla riduzione della spesa sociale, evidenziano pesanti rischi per il sistema del welfare assistenziale italiano. A questo fabbisogno, nella maggior parte dei nuclei familiari, le risposte sono state trovate prevalentemente nell'attività - in primo luogo - di milioni di donne (mogli, figlie, nuore, ecc.) che si sono fatte carico del lavoro e delle responsabilità di cura. Una responsabilità che spesso non trova forme di conciliazione sia con l'attività lavorativa, determinanado anche l'uscita dal mercato del lavoro, sia con quella prettamente familiare, determinando forti situazioni di stress, depressione ed isolamento sociale.

 

Azioni sul documento
Pubblicato il 14/11/2012 — ultima modifica 09/09/2014
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it