Consigliere di parità

Normativa comunitaria

Pari opportunità, lotta alle discriminazioni, conciliazione dei tempi di vita e lavoro nella normativa comunitaria

Direttive

La direttiva fa parte degli strumenti giuridici di cui dispongono le istituzioni europee per attuare le politiche europee, viene impiegato principalmente nel quadro delle operazioni di armonizzazione delle legislazioni nazionali. La direttiva è caratterizzata dalla flessibilità di utilizzo: essa introduce un obbligo in termini di risultato finale, ma lascia agli Stati un ampio margine di manovra quanto ai mezzi da utilizzare per ottenerlo.

Raccomandazioni

La Raccomandazione è un atto non vincolante a disposizione di varie istituzioni, normalmente dirette agli Stati membri, contengono l'invito a conformarsi ad un certo comportamento. Sono in genere emanate dalle istituzioni comunitarie quando queste non dispongono del potere di emanare atti obbligatori o quando ritengono che non vi sia motivo di ricorrere a norme vincolanti.

Risoluzioni

La risoluzione è, un atto che può essere adottato dal Parlamento europeo, che si pronuncia all’unanimità sul rapporto presentatogli da una delle sue Commissioni, ed è in questo caso non vincolante. Oppure può essere adottato dai rappresentanti degli Stati membri riuniti in seno al Consiglio europeo. In questo caso ha spesso una notevole rilevanza e può essere considerata un accordo in forma semplificata.

Regolamenti

Il Regolamento è un atto vincolante emanato dalle istituzioni comunitarie. Si caratterizza per tre elementi fondamentali: ha portata generale, essendo indirizzati a tutti i soggetti giuridici comunitari, è obbligatorio ed è direttamente applicabili. Non prevede atti di adattamento da parte degli ordinamenti statali.

 

Fonti

Convenzione del Consiglio d’Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (pdf, 255.1 KB)
Istanbul, 11 maggio 2011

Convenzione per la salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà fondamentali (pdf, 1.3 MB)
Roma, 4 novembre 1950 con le modifiche del Protocollo no 14 (STCE no 194) a partire dalla sua entrata in vigore il 10 giugno 2010

Carta dei diritti fondamentali dell'Unione Europea (pdf, 79.7 KB)
18 dicembre 2000 (2000/C 364/01)

Trattato di Roma
25 marzo 1957 - Art. 119

Carta comunitaria dei diritti sociali fondamentali dei lavoratori
Strasburgo, 9 dicembre 1989 - Art. 16

Trattato sull’Unione Europea
"Trattato di Maastricht" - 7 febbraio 1992 - Art. 119

Trattato di Amsterdam (97/C 340/01)
Trattato di Amsterdam che modifica il trattato sull'Unione Europea, i trattati che istituiscono le Comunità Europee e alcuni atti connessi - Artt. 2-3, 13, 118-119

Azioni sul documento
Pubblicato il 03/12/2014 — ultima modifica 21/05/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it