Sezioni

Consigliere di parità

Newsletter 24

Novità e iniziative dall'Ufficio delle Consigliere di parità regionali

Osservatorio Comitati Unici di Garanzia - CUG

Aggiornata la pagina del sito delle Consigliere di Parità regionali sui Comitati Unici di Garanzia.

Frecciarosa

In collaborazione con la Consigliera nazionale di parità e con il patrocinio del Ministero della Salute e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, le Ferrovie dello Stato promuovono una campagna di comunicazione e sensibilizzazione sul tema della salute, dei diritti e della sicurezza delle donne. L’iniziativa avviene nell’ambito dell’applicazione della Carta per le pari opportunità firmata dalle Ferrovie dello Stato nel 2010.

 

Prossime iniziative

Save the Date:
Verso il 25 Novembre: Lavoro e contrasto alla violenza di genere

Seminario di approfondimento 
Bologna, 12 novembre 2012
Regione Emilia Romagna - Sala Polivalente dell'Assemblea legislativa

Presentazione del corso:
Organizzare: percorsi condivisi di conciliazione tempo-lavoro

Giovedì 25 ottobre 2012, ore 17,45 -20,00
c/o Università di Modena e Reggio Emilia - viale A. Allegri 9 - Reggio Emilia
La partecipazione all’incontro è gratuita. Si prega di confermare la partecipazione entro il 23 ottobre.

Italialavoro - Donne al lavoro, come cercare concretamente un lavoro

Giornata informativa gratuita per Donne Disoccupate
Venerdì 26 ottobre 2012, dalle ore 9.00 alle 13.30, presso l'ente di formazione Città del Ragazzo (Ferrara)
giornata informativa gratuita rivolta a donne disoccupate, per far conoscere gli strumenti concreti per la ricerca di lavoro. E' necessario inviare la richiesta di partecipazione entro il 20 ottobre.
Locandina evento
Programma della giornata

  

Normativa e Giurisprudenza in tema di pari opportunità 

Decreto Interministeriale 5 ottobre 2012
Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali ha firmato il decreto interministeriale che consentirà di riconoscere ai datori di lavoro privati incentivi da destinare al sostegno dell’occupazione dei giovani e delle donne. La misura, che ha carattere straordinario e può contare su risorse finanziarie di oltre 230 milioni di euro, riguarderà i rapporti di lavoro stabilizzati o attivati entro il 31 marzo 2013. I contributi verranno riconosciuti per contratti stipulati con giovani di età fino a ventinove anni ovvero con donne indipendentemente dall’età anagrafica, secondo limiti numerici per ciascun datore di lavoro che consentano di rispettare la disciplina comunitaria degli aiuti di Stato. Fonte: Sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Corte di Cassazione - Sentenza del 2 ottobre 2012, n. 16746
La Corte di Cassazione, Sezione lavoro, ha affermato la legittimità del licenziamento della lavoratrice madre in astensione facoltativa che non invia la richiesta di congedo all’Inps e per conoscenza al datore, così come stabilito dallo stesso decreto legislativo n. 151/2011.

Corte di Cassazione - Sentenza del 21 settembre 2012, n. 36332
Il datore di lavoro aveva prospettato alla  lavoratrice,  al rientro dal periodo di astensione obbligatoria per maternità, di farla lavorare in condizioni invivibili in un posto degradato a meno che non accettasse di dimettersi o di  prolungare il periodo di assenza con l'astensione facoltativa, retribuita con il 30% dello stipendio corrisposto dall'ente previdenziale. La lavoratrice si era opposta, denunciando l'azienda per tentata estorsione. Il reato è poi stato derubricato a tentata violenza privata (peraltro poi caduto in prescrizione, ma con conferma delle statuizioni civili).

Tribunale di Pistoia, Sezione Lavoro - Sentenza dell'8 settembre 2012, n. 177
Il Tribunale di Pistoia riconosce la legittimazione delle Consigliere Regionali di Parità ad agire autonomamente in giudizio in materia di discriminazioni di carattere collettivo a tutela del principio di non discriminazione per motivi di genere quale interesse pubblico leso dalle molestie sessuali subite dalle lavoratrici.
Inoltre, premesso il carattere collettivo delle discriminazioni accertate in corso di causa, il Tribunale, oltre a liquidare il danno non patrimoniale provocato dalla lesione del principio di non discriminazione, condanna il convenuto a notificare la sentenza anche alle lavoratrici non costituite in giudizio, con contestuale avviso della loro facoltà di agire per ottenere il risarcimento delle lesioni patite.

Corte di Cassazione - Sentenza del 5 settembre 2012, n. 14905
Sentenza con la quale la Corte di Cassazione dichiara legittimo il licenziamento della lavoratrice che al termine del congedo di maternità non rientra in servizio adducendo come motivazione il mancato pagamento di una mensilità di retribuzione.

 

Contatti

contatti.jpg

 

Ufficio delle Consigliere di parità per la Regione Emilia-Romagna

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/08/31 15:20:00 GMT+2 ultima modifica 2012-10-24T14:57:00+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?