Consigliere di parità

Normativa sulle discriminazioni e le molestie

Normativa nazionale

D.L. 14 agosto 2013, n. 93 (pdf, 180.8 KB)
"Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere, nonche' in tema di protezione civile e di commissariamento delle province"

Legge 28 giugno 2012, n. 92 (pdf, 136.6 KB)
Disposizioni in materia di riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita.

D.Lgs. 1 settembre 2011, n. 150 (pdf, 132.4 KB)
Disposizioni complementari al codice di procedura civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione, ai sensi dell'articolo 54 della legge 18 giugno 2009, n. 69

D.Lgs. 25 gennaio 2010, n. 5 (pdf, 31.6 KB)
Attuazione della direttiva 2006/54/CE relativa al principio delle pari opportunità e della parità di trattamento fra uomini e donne in materia di occupazione e impiego (rifusione)

D.Lgs. 6 novembre 2007, n. 196 (pdf, 101.1 KB)
Attuazione della direttiva 2004/113/CE che attua il principio della parita' di trattamento tra uomini e donne per quanto riguarda l'accesso a beni e servizi e la loro fornitura.

D.Lgs. 11 aprile 2006, n. 198 (pdf, 131.4 KB)
"Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell'articolo 6 della legge 28 novembre 2005, n. 246"

Legge 24 febbraio 2006, n. 104  (pdf, 14.9 KB)
Modifica della disciplina normativa relativa alla tutela della maternità delle donne dirigenti

D.Lgs. 30 maggio 2005, n. 145 (pdf, 22.0 KB)
"Attuazione della direttiva 2002/73/CE in materia di parità di trattamento tra gli uomini e le donne, per quanto riguarda l'accesso al lavoro, alla formazione e alla promozione professionale e le condizioni di lavoro"

D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276 (pdf, 210.5 KB)
"Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro, di cui alla Legge 14 febbraio 2003, n. 30"

D.Lgs. 9 luglio 2003, n. 216 (pdf, 27.9 KB)
“Attuazione della direttiva 2000/78/CE per la parità di trattamento in materia di occupazione e di condizioni di lavoro”

D.Lgs. 26 marzo 2001, n. 151 (pdf, 166.2 KB)
"Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53"

D.Lgs. 25 febbraio 2000, n. 61 (pdf, 42.0 KB)
"Attuazione della direttiva 97/81/CE relativa all'accordo-quadro sul lavoro a tempo parziale concluso dall'UNICE, dal CEEP e dalla CES"

Legge 10 aprile 1991, n. 125 (pdf, 50.0 KB)
"Azioni positive per la realizzazione della parità uomo-donna nel lavoro"

Legge 14 marzo 1985, n. 132 (pdf, 730.0 KB)
Ratifica  ed  esecuzione  della convenzione sull'eliminazione di ogni forma  di  discriminazione  nei confronti della donna, adottata a New York il 18 dicembre 1979.

Legge 9 dicembre 1977, n. 903 (pdf, 46.4 KB)
Parità di trattamento tra uomini e donne in materia di lavoro

Legge 20 maggio 1970, n. 300 "Statuto dei lavoratori" (pdf, 102.7 KB)
Norme sulla tutela della libertà e dignità dei lavoratori, della libertà sindacale e dell'attività sindacale nei luoghi di lavoro e norme sul collocamento

Legge 6 febbraio 1963, n. 405 (pdf, 40.6 KB)
Ratifica ed esecuzione della Convenzione internazionale del lavoro n. 111, concernente la discriminazione in materia di impiego e di professione adottata a Ginevra il 25 giugno 1958.

Giurisprudenza

Corte di Cassazione - Sezione Lavoro - Sentenza dell'11 dicembre 2012, n. 22659 (pdf, 108.3 KB)
Le molestie fisiche e verbali hanno effetti lesivi per la dignità della lavoratrice. Tale comportamento non è adeguato né giustificabile, soprattutto per chi si trova in una posizione gerarchicamente superiore, La S.C. conferma il risarcimento danni.

Corte di Cassazione - Sentenza del 21 settembre 2012, n. 36332 (pdf, 16.7 KB)
Il datore di lavoro aveva prospettato alla  lavoratrice,  al rientro dal periodo di astensione obbligatoria per maternità, di farla lavorare in condizioni invivibili in un posto degradato a meno che non accettasse di dimettersi o di  prolungare il periodo di assenza con l'astensione facoltativa, retribuita con il 30% dello stipendio corrisposto dall'ente previdenziale. La lavoratrice si era opposta, denunciando l'azienda per tentata estorsione. Il reato è poi stato derubricato a tentata violenza privata (peraltro poi caduto in prescrizione, ma con conferma delle statuizioni civili.

Tribunale di Pistoia, Sezione Lavoro - Sentenza dell'8 settembre 2012, n. 177 (pdf, 3.0 MB)
Il Tribunale di Pistoia riconosce la legittimazione delle Consigliere Regionali di Parità ad agire autonomamente in giudizio in materia di discriminazioni di carattere collettivo a tutela del principio di non discriminazione per motivi di genere quale interesse pubblico leso dalle molestie sessuali subite dalle lavoratrici.
Inoltre, premesso il carattere collettivo delle discriminazioni accertate in corso di causa, il Tribunale, oltre a liquidare il danno non patrimoniale provocato dalla lesione del principio di non discriminazione, condanna il convenuto a notificare la sentenza anche alle lavoratrici non costituite in giudizio, con contestuale avviso della loro facoltà di agire per ottenere il risarcimento delle lesioni patite.

Tribunale di Firenze - Sentenza del 15 febbraio 2011, n. 179 (pdf, 476.4 KB)
in merito all'esclusione dai compensi incentivanti la produttività per alcune lavoratrici che per aver diritto al premio dovevano sempre garantire una presenza minima in servizio pari a 70 giorni, anche nel caso in cui l’astensione si riferisse ai periodi di maternità obbligatoria. Il Tribunale ha dichiarato illegittima tale condotta.

Tribunale di Prato - Sentenza del 10 settembre 2010 (pdf, 20.0 KB)
Costituisce discriminazione diretta di genere il rifiuto da parte della pubblica amministrazione di stipulare un contratto a termine nei confronti di candidata risultata idonea in base a graduatoria, determinato dallo stato di gravidanza di quest'ultima

Azioni sul documento
Pubblicato il 11/10/2012 — ultima modifica 23/10/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it