Agenzia di informazione e comunicazione

Stupri di Rimini. Condanna Butungu, Bonaccini-Petitti: “Resa giustizia alle vittime, importante che sia stata riconosciuta la possibilità per la Regione di costituirsi parte civile, a nome soprattutto dell’intera comunità regionale, compatta nel dire no a qualsiasi forma di abuso e violenza di genere”

11/11/2017 11:07

Bologna – “Il fatto che la giustizia abbia fatto il suo corso rapidamente, definendo le responsabilità di violenze così gravi e inaccettabili, è ciò che abbiamo auspicato fin dall’inizio, sebbene nulla possa anche solo alleviare il dolore del vittime o attenuare le conseguenze di ciò che è  successo. E’ però importante che sia stata riconosciuta la possibilità per la Regione di costituirsi parte civile, entrando nel processo a nome soprattutto dell’intera comunità regionale, compatta nel dire no a qualsiasi forma di abuso, a partire dalla violenza di genere e contro le donne”.

Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alla Parità, Emma Petitti, dopo la condanna a 16 anni inflitta dal Tribunale di Rimini a Guerlin Butungu, reo confesso delle violenze e dei tremendi abusi contro la coppia di ragazzi polacchi e la cittadina peruviana a Rimini la notte tra il 25 e il 26 agosto scorsi.

Al carcere si aggiungono 4mila euro di multa e un risarcimento del danno da liquidarsi in separata sede a favore delle parti civili: fra queste la Regione Emilia-Romagna, rappresentata dall’avvocato, professor Vittorio Manes, cui è stata riconosciuta una provvisionale di 10 mila euro (più le spese legali di 3mila euro).

“Fondi- proseguono Bonaccini e Petitti- che, se recuperati, verranno destinati ai centri antiviolenza e a progetti di prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne, così come previsto dalla legge quadro regionale sulla parità”.

« Torna all'archivio
Azioni sul documento
Pubblicato il 29/01/2015 — ultima modifica 29/01/2015
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it