Agenzia di informazione e comunicazione

Regione. Premi di risultato per obiettivi raggiunti: via libera agli emolumenti 2018 per i direttori generali e delle Aziende sanitarie proposti dall’Organismo indipendente di valutazione. Si riducono ancora le spese per oltre 33mila euro (-26%)

La Giunta regionale accoglie le valutazioni dell’Oiv. Si consolida il trend virtuoso di risparmio avviato negli ultimi anni. L’assessora Petitti: “I dati socioeconomici di riferimento utilizzati confermano la bontà del nostro lavoro, da subito improntato a sobrietà ed efficienza, e l’importanza dell’apporto dirigenziale”

02/08/2019 17:52

Bologna – Un risparmio costante negli ultimi anni, altri 33 mila euro nel 2018, a fronte di parametri di riferimento utilizzati per la valutazione del lavoro svolto che testimoniano degli obiettivi raggiunti dal sistema regionale nel suo complesso.

La Giunta ha accolto le proposte dell’Organismo indipendente di valutazione (Oiv) relative alla valutazione dei direttori generali della Giunta, delle Agenzie regionali (Intercent-ER, Agrea, Agenzia di Protezione Civile, Agenzia Sanitaria e Sociale, Agenzia per la ricostruzione-sisma 2012) e dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali (Ibacn), ai direttori generali di Arpae, Er.Go e dell’Agenzia regionale per il lavoro (Arl) e ai direttori generali delle Aziende del Servizio sanitario regionale (Ausl e Ospedaliere).

Per le figure apicali della Regione, la spesa 2018 è stata complessivamente definita in 92.462 euro, mentre nel 2017 era stata di 125.769 euro, già in calo rispetto all’anno precedente quando furono ridotte le direzioni generali: oltre 33mila euro in meno, pari al -26%. La relazione sulla performance 2018 per le strutture della Giunta regionale è stata presentata all’Oiv, e nel processo di redazione sono stati rilevati gli indicatori di contesto (disoccupazione in calo, Pil con differenziale positivo rispetto al resto del Paese) utili alla definizione dell’ammontare complessivo delle retribuzioni di risultato.

“I risultati raggiunti, a fronte del quadro socioeconomico regionale di riferimento sulla cui base si è conformata la valutazione da parte dell’organismo indipendente- ha commentato l’assessora al Bilancio e Organizzazione, Emma Petitti-, ci confermano l’elevato livello di una gestione che abbiamo da subito voluto basare sull’efficienza e la sobrietà. A ciò si aggiunge l’ulteriore misura di risparmio registrata rispetto agli anni precedenti, percorso consolidato dopo il dimezzamento delle direzioni regionali del 2016. Un trend virtuoso che conferma come la strada intrapresa dalla Regione sia quella giusta”.

 

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/11/14 15:56:46 GMT+2 ultima modifica 2019-09-16T15:57:30+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina