Agenzia di informazione e comunicazione

Scuola Serramazzoni. Il presidente Bonaccini scrive al Prefetto di Modena: “Prima di tutto vengono i diritti dei bambini e delle famiglie. Piena disponibilità della Regione, pronti a farci carico di quanto verrà concordato”

“I nostri uffici già attivati allo scopo di verificare e predisporre preventivamente tutte le forme di sostegno che dovessero esserci prospettate”

17/09/2018 19:07

Bologna – “Prima di tutto vengono i diritti dei bambini e delle famiglie”. Per questo “ho scritto al Prefetto di Modena”, dando “la piena e pronta disponibilità della Regione a farsi carico di quanto sarà concordato”. Allo stesso tempo, gli uffici regionali “sono già stati attivati allo scopo di verificare e predisporre preventivamente tutte le forme di sostegno che dovessero esserci prospettate”.

Così il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, impegnato sulla difficile situazione di Serramazzoni, il comune sull’Appennino modenese nel quale, a seguito di provvedimenti giudiziari, è fortemente a rischio l’utilizzo delle strutture e dei locali destinati ad ospitare le lezioni scolastiche, e quindi la frequenza della scuola elementare e media.

“Ho incontrato il sindaco Bartolacelli e altri amministratori del Comune di Serramazzoni già sabato pomeriggio, appena rientrato da San Francisco- ricorda il presidente della Giunta-. Ho assicurato la piena disponibilità della Regione ad affiancare il Comune e le altre istituzioni preposte per affrontare i problemi e alleviare i disagi dei bambini e delle loro famiglie, assicurando anzitutto il diritto allo studio e a frequentare luoghi sicuri”. Come noto, prosegue, “la Regione non ha competenze dirette in materia, essendo il servizio scolastico di competenza statale, l’edilizia scolastica del Comune e la programmazione della stessa della Provincia”. Tuttavia, “i diritti dei bambini e delle famiglie vengono prima: per questa ragione ho scritto al Prefetto di Modena esplicitando la nostra pronta disponibilità a farci carico di quanto sarà concordato. Contestualmente- afferma Bonaccini- gli uffici della Regione sono già stati attivati allo scopo di verificare e predisporre preventivamente tutte le forme di sostegno che dovessero esserci prospettate”.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/11/14 14:56:46 GMT+1 ultima modifica 2018-01-02T16:48:37+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina