Agenzia di informazione e comunicazione

Regione. Premi di risultato, via libera alla valutazione per il 2017 dei direttori generali della Regione. Si conferma il trend di risparmio avviato nel 2016 con la riorganizzazione. Approvati i compensi anche per i direttori delle Aziende sanitarie

Si riducono ancora le spese (- 58 mila euro), dopo il calo nell’anno del dimezzamento delle direzioni generali della Regione. La Giunta accoglie le proposte dell’Organismo indipendente di valutazione (Oiv). L’assessore Petitti: “Questa conferma della bontà del nostro lavoro ci permette di continuare a consolidare un trend virtuoso”

07/08/2018 18:41

Bologna - Un risparmio complessivo sui premi di risultato di direttori generali della Giunta e delle Agenzie della Regione Emilia-Romagna pari a oltre 58 mila euro, che conferma e rafforza il risparmio di 126 mila euro fatto registrare lo scorso anno. Si consolida quindi il trend positivo dopo la riorganizzazione delle strutture regionali avviata con il dimezzamento delle direzioni generali, passate da 10 a 5, e con la ricontrattualizzazione degli importi delle retribuzioni di risultato. E’ quanto emerge dalla valutazione dei direttori generali per l’anno 2017 e dalla conseguente quantificazione della retribuzione di risultato delle figure apicali della Regione Emilia-Romagna.

La Giunta, in un unico atto, ha accolto le proposte dell’Organismo indipendente di valutazione (Oiv) relative ai premi di risultato dei direttori generali della Giunta, delle Agenzie e Istituti regionali, dei direttori generali di Arpae, Er.Go, dell’Agenzia regionale per il lavoro (Arl) e dei direttori generali delle Aziende del Servizio sanitario regionale (Ausl e Ospedaliere).

Per quanto riguarda i direttori generali delle Aziende sanitarie regionali e dell’Istituto ortopedico Rizzoli, il compenso variabile previsto nei rispettivi contratti (definito dalla Regione nella misura massima del 10%) va da un minimo del 8,5% (Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma e Azienda Usl di Imola) a un massimo del 9,2% (Ausl Re, Mo e Bo e Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia). 

“Questo atto adottato dalla Giunta Regionale conferma il risparmio anche sui premi di risultato conseguente  alla riorganizzazione della macchina regionale e al dimezzamento delle direzioni generali, - ha commentato l’assessore al Bilancio e Organizzazione, Emma Petitti- ma attesta altresì la qualità dei risultati raggiunti dal sistema regionale nel suo complesso nel 2017 grazie anche al decisivo apporto dato dai diversi direttori generali della Regione e delle Aziende Sanitarie. Sono effetti positivi che ci permettono di raggiungere obiettivi sempre più importanti, consolidando un trend virtuoso. Risultati ottenuti in un contesto, è bene sottolinearlo, in cui come Regione continuiamo a registrare una gestione ancor più efficace”.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/11/14 14:56:46 GMT+1 ultima modifica 2018-01-02T16:48:37+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina