Agenzia di informazione e comunicazione

Sicurezza stradale. Il Quirinale scrive al presidente dell’Osservatorio regionale Sorbi : “Apprezziamo le numerose e importanti iniziative promosse per diffondere la cultura della sicurezza stradale”

L’assessore Donini “Un grazie di cuore al Capo dello Stato. Da inizio mandato l’educazione alla sicurezza stradale è stata una delle nostre priorità”. Il presidente Sorbi: “La vicinanza di Mattarella fonte di soddisfazione e stimolo per proseguire nelle campagne a difesa dei ciclisti più giovani e in generale per una guida sicura e attenta agli utenti della strada più vulnerabili”

07/06/2018 15:37

Bologna – “Un ringraziamento di cuore al Presidente della Repubblica per la sua attenzione ad un tema così importante come quello dell'educazione alla sicurezza stradale”.

L’assessore ai Trasporti della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, commenta la lettera della segreteria particolare del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, giunta in questi giorni e nella quale il Capo dello Stato esprime il suo “apprezzamento per le numerose, importanti iniziative promosse per diffondere la cultura della sicurezza stradale”.

“Dal nostro insediamento abbiamo messo in campo, grazie alla collaborazione con l'Osservatorio regionale per l’educazione alla sicurezza stradale- prosegue l’assessore-, numerosi progetti per educare la cittadinanza, dagli under 10 fino agli over 65, a una guida attenta, rispettosa del codice della strada e degli altri utenti presenti sulla strada”.

Soddisfazione espressa anche dal presidente dell’Osservatorio, Mauro Sorbi: “La vicinanza della massima carica dello Stato alle iniziative della Regione Emilia-Romagna è fonte non solo di grande soddisfazione, ma soprattutto è un inusuale e prestigioso stimolo per perseguire l’obiettivo del raggiungimento concreto della cosiddetta ‘vision zero’, ovvero basta sangue sulle strade”.

“È fondamentale iniziare a educare alle buone pratiche fin dall’infanzia- prosegue Sorbi-. Noi ne siamo convinti e proprio per questo l’Osservatorio per la Sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna ha ideato la campagna ‘Col casco non ci casco’, rivolta ai giovani ciclisti, di età compresa tra i 6 e i 10 anni, affinché siano protetti in caso di incidente in bicicletta.  E rinnovo l’invito a far usare sempre ai bimbi in bicicletta il caschetto protettivo”.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/11/14 15:56:46 GMT+2 ultima modifica 2018-01-02T17:48:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina