Sezioni

Agenzia di informazione e comunicazione

Infrastrutture. Passante di mezzo Bologna, Donini: “Bugani non coerente, ha sempre sostenuto che fosse la soluzione migliore. Si vada oltre la propaganda per risolvere in modo strutturale i nodi della mobilità metropolitana”

L’assessore replica al capogruppo M5s in Comune a Bologna: “E la Regione ha scommesso sul Sfm sbloccando il progetto da oltre 236 milioni e finanziando milioni di euro per il rinnovo di tutto il materiale rotabile e la messa in sicurezza massima di tutte le linee. Ciò non toglie che il traffico regionale, nazionale e internazionale di attraversamento di Bologna necessiti di un potenziamento viario di autostrada e tangenziale, proprio come ci suggeriva in passato lo stesso Bugani”

13/04/2018 16:22

Bologna - "'Un intervento sull'asse autostradale e tangenziale, come l'allargamento, io credo che sia una soluzione di gran lunga migliore e da prendere in considerazione seriamente, abbandonando il progetto del Passante Nord’. Con queste parole in un suo intervento in Consiglio comunale a Bologna, Massimo Bugani rappresentava la linea del Movimento 5 Stelle. Conoscendo la sua onestà intellettuale e la sua passione politica mi sorprende che oggi, per ragioni di propaganda politica, lo stesso consigliere non sia coerente con quanto ha sempre sostenuto. Noi, invece, pensiamo che dopo aver abbandonato il progetto del Passante Nord sia indispensabile attivare quanto prima i cantieri dell'allargamento in sede di tangenziale e autostrada, per liberare finalmente il nodo viario di Bologna dal congestionamento attuale”.

Così l’assessore regionale ai Trasporti e Infrastrutture, Raffaele Donini, replica al capogruppo M5s in Comune a Bologna, critico contro la Regione sul progetto del Passante di mezzo.

“Da parte nostra- prosegue Donini- non c’è quindi alcun nervosismo ma solo la consapevolezza che non si possano continuamente mettere in discussione le principali scelte di governo del territorio a seconda degli interessi politici del momento. Inoltre, invitandoci a potenziare il Servizio ferroviario metropolitano bolognese, Bugani non dovrebbe mancare di apprezzare gli enormi sforzi compiuti da questa amministrazione regionale che più di tutte ha scommesso sul Sfm, sbloccando il progetto da 236,5 milioni di euro che ha visto il via libera del Cipe nel dicembre scorso e finanziando decine di milioni di euro per il rinnovo di tutto il materiale rotabile e la messa in sicurezza massima di tutte le linee. Ciò non toglie- afferma l'assessore- che il traffico regionale, nazionale e internazionale di attraversamento di Bologna necessiti di un potenziamento viario di autostrada e tangenziale, proprio come ci suggeriva in passato lo stesso Bugani. Se mettessimo da parte le diverse appartenenze politiche e lavorassimo insieme con un linguaggio di verità e senza propaganda per risolvere in modo strutturale i nodi della mobilità bolognese e metropolitana- chiude Donini- ne avrebbe beneficio l'intera comunità cittadina del nostro territorio”.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/11/14 15:56:46 GMT+2 ultima modifica 2018-01-02T17:48:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?