Agenzia di informazione e comunicazione

Riqualificazione urbana. Prosegue il recupero del Complesso dell’Osservanza di Imola: nuove risorse dalla Regione per oltre 806mila euro, un finanziamento generale di 6,2 milioni di euro

L’assessore Donini: “Un modo nuovo di intendere i processi di rigenerazione urbana che restituiscono alle comunità spazi di aggregazione sociale e culturale da vivere”. Le risorse serviranno per arredo urbano, spazi verdi, sottoservizi e per il recupero dell’ex chiesa da trasformare in centro culturale e auditorium

14/12/2017 14:43

Bologna - Un’area multifunzione nel cuore di Imola, a disposizione dei cittadini, con un parco, spazi per attività culturali e musicali, servizi pubblici e alloggi per gli studenti. Con oltre 806 mila euro in arrivo, prosegue l’opera di recupero e riqualificazione del Complesso dell’Osservanza, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna con 6,2 milioni di euro complessivi, nell’ambito dell’omonimo Programma di riqualificazione urbana e del Programma speciale d’area per la città. 

Arredo urbano, videosorveglianza, riqualificazione degli spazi verdi, rinnovamento di sottoservizi (reti acqua, gas, fognature, cavidotti) e il completo recupero della ex chiesa che sarà trasformata in uno spazio per ospitare l’auditorium dell’Accademia pianistica e un centro culturale: sono questi i nuovi interventi, da realizzare entro il 2019, così come previsto dall’Accordo di programma per la riqualificazione dell’Osservanza, recentemente modificato e sottoscritto da Regione, Comune di Imola, Città metropolitana di Bologna, Con. Ami, Società Osservanza Srl, Fondazione cassa di risparmio di Imola.

“La riqualificazione dell’Osservanza ci mette di fronte ad un modo nuovo di intendere i processi di rigenerazione urbana- ha commentato l’assessore regionale alla programmazione territoriale, Raffaele Donini-. Quanto fatto fino ad oggi è stata la leva in grado di stimolare una visione più ampia di questo complesso che si sta trasformando in un’area multifunzione con servizi e attività diversificati. Puntare sulla rigenerazione ha già restituito agli imolesi il parco storico rimasto chiuso al pubblico per decenni e, con le recenti integrazioni all’accordo di programma, la Regione rende disponibili altre risorse per sistemare nuovi spazi. Grazie anche alla partecipazione di cittadini e forze locali, sono in cantiere progetti ed attività che regaleranno alla città un luogo importante non solo dal punto di vista infrastrutturale ma soprattutto sociale e culturale”.


La riqualificazione del Complesso dell’Osservanza
Parte delle opere in cantiere sono funzionali al recupero dei fabbricati da adibire a nuovi servizi pubblici. Per il restauro del padiglione che diventerà la nuova sede dell’Accademia pianistica e del suo studentato, è stato sottoscritto un preliminare d’impegno tra la Società Osservanza e la stessa Accademia. È poi prevista la ristrutturazione di altri due padiglioni che ospiteranno uno studentato, aule e servizi, per il potenziamento del polo universitario di Imola: per l’elaborazione del progetto c’è un accordo con l’Università di Bologna. A questi, si aggiunge “Spazio 0-6 Osservanza”, il recente progetto finalizzato al recupero di altri due fabbricati per ospitare servizi per l’infanzia. 
I lavori, che renderanno ancora più fruibile e funzionale l’area, un complesso che per oltre un secolo ha ospitato l’ospedale psichiatrico provinciale e che si estende per 123mila metri quadri, completano quanto già realizzato fino ad oggi come i due parcheggi pubblici per oltre 200 posti auto e il parco storico dell’Osservanza,  circa 31 mila metri quadri,  dotato di percorsi ciclo-pedonali che collegano centro, autodromo, quartieri limitrofi e anche “location” di numerosi eventi culturali e musicali./Eli.Co.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2012/11/14 15:56:46 GMT+2 ultima modifica 2018-01-02T17:48:37+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina