Agenzia di informazione e comunicazione

Scuola. In Emilia-Romagna l'abbandono più basso d’Italia. L’assessore Patrizio Bianchi: “Il grande lavoro svolto sta dando i suoi frutti”

13/11/2017 19:03

Bologna – E’ l’Emilia-Romagna, insieme alle Marche, con lo 0,5% ad avere il tasso di abbandono scolastico più basso d’Italia, sia nella scuola secondaria di primo che di secondo grado. Lo attesta il quadro che emerge dalla pubblicazione curata dall'Ufficio Statistica e Studi del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che è da oggi disponibile all'indirizzo  http://www.miur.gov.it/web/guest/pubblicazioni.

Un report statistico da cui emerge un’Italia a due facce, con un notevole divario tra nord e sud nell'anno scolastico 2015/2016 e con più maschi che abbandonano rispetto alle femmine e più cittadini stranieri rispetto agli italiani. Ma da cui emerge anche un differenziale positivo in Emilia-Romagna.

“Non possiamo che commentare positivamente questi dati- afferma con soddisfazione l’assessore regionale a Scuola, Formazione e Università, Patrizio Bianchi-. La riduzione dell'abbandono nella nostra regione è anche frutto della grande attenzione che tutti abbiamo avuto per l 'inclusione, a partire dai ragazzi”.
“E’ evidente come il grande lavoro che abbiamo svolto sull’istruzione e formazione professionale stia dando i suoi frutti”. /va.ma.

« Torna all'archivio
Azioni sul documento
Pubblicato il 14/11/2012 — ultima modifica 14/11/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it