Agenzia di informazione e comunicazione

Vaccini. La soddisfazione della Regione Emilia-Romagna per l’approvazione del decreto legge sull’obbligatorietà delle vaccinazioni. Il presidente Bonaccini e l’assessore Venturi: “Una decisione importantissima per la salute dei bambini e di tutti i cittadini. Orgogliosi di aver fatto da apripista a livello nazionale”

19/05/2017 16:31

Bologna - Una decisione importantissima e giusta, per la tutela della salute dei bambini e di tutti i cittadini.

Così il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, e l’assessore alle Politiche per la Salute, Sergio Venturi, commentano l’approvazione del decreto sull’obbligatorietà delle vaccinazioni per i bimbi da 0 a 6 anni approvato oggi dal Consiglio dei ministri. Ribadendo ancora una volta la grande soddisfazione per avere fatto da apripista in Italia.

“Oggi è davvero il momento di gioire- affermano Bonaccini e Venturi- perché finalmente vede la luce un provvedimento importantissimo per la tutela dei bambini e di tutti i cittadini. Una conquista per il Paese. Siamo, e vogliamo dirlo con enfasi, particolarmente soddisfatti e orgogliosi, perché sui vaccini abbiamo fatto da apripista in Italia. Ringraziamo il Governo per il proficuo confronto che c’è stato e per aver accolto le richieste che da tempo abbiamo avanzato. Il provvedimento non solo uniforma la normativa a livello nazionale, ma cancella anche la distinzione antistorica tra vaccini obbligatori e raccomandati, introducendo l’obbligo di copertura anche per malattie più emergenti come morbillo, pertosse e rosolia”.

La Regione Emilia-Romagna ha infatti introdotto, con una specifica legge varata in novembre 2016, l’obbligo vaccinale (antipolio, antidifterica, antitetanica e antiepatite B) per l’iscrizione agli asili nido e ai servizi educativi e ricreativi, pubblici e privati, per i bambini da 0 a 3 anni a partire dall’anno scolastico 2017/2018.

“Il provvedimento- concludono il presidente e l’assessore- aiuterà anche a raggiungere la soglia di sicurezza per la copertura vaccinale, prevista secondo l’Organizzazione mondiale della sanità al 95% e che invece è scesa ovunque in modo preoccupante. Quella di oggi è la conferma che la nostra battaglia era giusta e doverosa”.

E proprio per esprimere apprezzamento al Governo, l’assessore Venturi ha appena telefonato alla ministra della Salute, Beatrice Lorenzin.  /EC

« Torna all'archivio
Azioni sul documento
Pubblicato il 14/11/2012 — ultima modifica 14/11/2012
Strumenti personali

Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271

Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it