Agenzia di informazione e comunicazione

Lutto in sanità. Il cordoglio di Sergio Venturi per la scomparsa di Mauro Sacchetti: “Una colonna del 118 dell’Emilia-Romagna. Un uomo che ha messo tutto sé stesso nel soccorrere le persone e nel migliorare la rete dell’emergenza sanitaria”

Così l’assessore alle Politiche per la salute, stringendosi al dolore della famiglia, ricorda uno dei fondatori dell’informatizzazione dei servizi di soccorso, deceduto a 65 anni

11/02/2019 15:14

Bologna - “Una colonna del 118 dell’Emilia-Romagna. Un uomo capace, intelligente, appassionato, che ha messo tutto sé stesso nel soccorrere le persone, e nel migliorare la rete dell’emergenza sanitaria”.

 Così l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Sergio Venturi, ricorda Mauro Sacchetti, infermiere, tra i fondatori dell’informatizzazione dei servizi di soccorso, scomparso a 65 anni.

“Quando, in quel 2 agosto 1980, una bomba esplose nella sala d’aspetto della stazione di Bologna, portando morte e distruzione, Sacchetti era nel gruppo dei soccorritori che prestarono instancabilmente servizio- ricorda Venturi-. Negli anni successivi ha lavorato come infermiere nell’elisoccorso e ha contribuito alla realizzazione delle prime centrali operative del 118, seguendo assiduamente, fino alla pensione, gli aspetti informatici e comunicativi”.

“Nel rivolgere le più sentite condoglianze alla famiglia- conclude Venturi- voglio dire che, se oggi comunichiamo in modo più efficace con tutti i ‘pezzi’ della rete del 118, e se il nostro sistema ha raggiunto questi livelli d’eccellenza, lo dobbiamo anche a lui”. /CV

 

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 19:14:04 GMT+2 ultima modifica 2018-09-17T16:52:50+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina