Agenzia di informazione e comunicazione

Treni. Ritardi linea Porrettana. Donini: “Anche in questo caso la Regione sarà intransigente con i gestori e applicherà le dovute penali nel rispetto del contratto di servizio. Non prendiamo lezioni da chi quattro anni fa voleva che fosse annullata la ‘gara del ferro’ ”. L’assessore regionale ai Trasporti risponde alla consigliera Piccinini

"Questa amministrazione ha investito con forza sul trasporto pubblico locale. Le risorse regionali sono passate da 30 milioni a 60 milioni l'anno; abbiamo aggiudicato la gara del ferro che porterà 75 nuovi elettrotreni, investito 50 milioni per la messa in sicurezza di tutte le linee regionali con il sistema SCMT; condiviso con RFI un piano di rinnovo delle stazioni ferroviarie e un piano di investimenti infrastrutturali per oltre 1 miliardo di euro in 10 anni".

09/01/2019 19:32

Bologna - “Questa Giunta sta lavorando da 4 anni a questa parte per risolvere i problemi del trasporto ferroviario regionale affrontandoli con costanza e serietà, uno dopo l'altro, con un continuo dialogo con le amministrazioni locali e i pendolari, segnando importanti risultati in miglioramento. Anche in merito ai disagi avvenuti in questi giorni sulla linea Porrettana la Regione sarà intransigente con i gestori del servizio ferroviario nel rispetto del contratto di servizio, comminando le dovute penali per i disservizi causati. Non prendiamo però certo lezioni da chi, come il Movimento 5 Stelle, quattro anni  fa voleva che la Gara del Ferro venisse annullata, comportando il mancato rinnovo, con 75 nuovi treni, del parco mezzi dell'Emilia-Romagna, oggi vetusto e causa di gran parte dei disservizi presenti.”

E’ quanto dichiara l’assessore regionale ai Trasporti Raffaele Donini in merito ai ritardi registrati sulla linea ferroviaria Porrettana, rispondendo alle dichiarazioni della consigliera regionale Silvia Piccinini.

“Non si possono strumentalizzare i disagi e le giuste preoccupazioni dei pendolari con una squallida continua campagna elettorale. Questa amministrazione  - continua Donini - ha investito con forza sul trasporto pubblico locale, portando l'impegno di spesa nel bilancio regionale da 30 milioni a 60 milioni l'anno;  aggiudicando la gara del ferro che porterà nel 2019 75 nuovi elettrotreni sulle nostre linee; investendo 50 milioni di euro per la messa in sicurezza di tutte le linee regionali con il sistema SCMT; condividendo con RFI un piano di rinnovo delle stazioni ferroviarie e un piano di investimenti infrastrutturali per oltre 1 miliardo di euro in 10 anni.”

“La consigliera Piccinini, invece di attaccare noi come al solito, si preoccupi piuttosto dell'azione del governo giallo-verde e del ministro Toninelli che dicono a parole di voler investire sul trasporto pubblico, ma nei fatti hanno inserito nella Legge di Bilancio una clausola di salvaguardia che porterebbe al taglio di 300 milioni di euro sul TPL nel caso in cui la tenuta dei conti pubblici non fosse in equilibrio così come concordato con l’Europa. C'è chi parla e critica, continuamente – conclude Donini- c'è chi come questa Regione si impegna quotidianamente per migliorare il servizio ferroviario,  a beneficio dei cittadini emiliano-romagnoli che sempre più lo preferiscono al mezzo privato”.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 19:14:04 GMT+2 ultima modifica 2018-09-17T16:52:50+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina