Agenzia di informazione e comunicazione

Ricostruzione. Costi: “Buona notizia per i territori colpiti dal sisma, accolte le misure che da tempo avevamo chiesto”

L’assessore regionale dopo l'approvazione alla Camera di una serie di emendamenti alla legge di Bilancio: “Misure in continuità con gli anni scorsi che ci permettono di proseguire un lavoro condotto con efficacia. Bene le disposizioni per il personale e la sospensione dei mutui”

05/12/2018 17:45

Bologna – “E’ una buona notizia per i territori colpiti dal sisma del maggio 2012 in Emilia. Da tempo avevamo chiesto l’approvazione di queste misure, noi come Regione e le stesse comunità locali. Si tratta di strumenti fondamentali per completare una ricostruzione che sta procedendo veloce e in maniera efficace, grazie soprattutto al lavoro svolto insieme da istituzioni, cittadini, imprese e lavoratori”.

Così l’assessore alla Ricostruzione, Palma Costi, dopo il voto favorevole della Camera agli emendamenti alla manovra di bilancio 2019 che contengono disposizioni attese ormai da mesi e in continuità con gli anni precedenti. In particolare, la proroga del personale straordinario assunto a seguito del terremoto, lo stanziamento delle risorse per le spese di funzionamento e il riconoscimento degli straordinari del personale degli Enti Locali e la sospensione delle rate dei mutui degli Enti Locali stessi. Provvedimenti che evitano una pericolosa frenata all’intero sistema, e che quindi permettono che darà nuovamente respiro ai bilanci comunali.

“Siamo molto soddisfatti- prosegue Costi- queste norme evitano una pericolosa frenata all’intero sistema, danno nuovamente respiro ai bilanci comunali e garantiscono la prosecuzione delle attività di ricostruzione agli stessi ritmi tenuti finora dal Commissario e dagli Enti Locali, permettendoci di affrontare con serenità i prossimi due anni di lavoro. Sono arrivati con l’ultimo provvedimento utile dell’anno- chiude l’assessore- e dopo le tante richieste e i momenti di interlocuzione col Governo attivati dall’Emilia-Romagna, ma l’importante è che siano arrivati”.

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 18:14:04 GMT+1 ultima modifica 2018-09-17T15:52:50+01:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?

Piè di pagina