Sezioni

Agenzia di informazione e comunicazione

Ricostruzione /2. Opere pubbliche e beni storici artistici, dalla Regione riparto di nuovi fondi: 168 milioni per 199 interventi. Ai Comuni 101 milioni, alle Diocesi 57,8 milioni e 9 milioni per il Policlinico di Modena

Le risorse completano le coperture finanziarie per gli interventi programmati dalle amministrazioni comunali: 70,3 milioni nella provincia di Modena, 13,2 in quella di Ferrara, 10,6 per il reggiano e 7 milioni per i Comuni in provincia di Bologna. L’assessore Costi: “Con queste nuove e consistenti risorse pubbliche puntiamo a completare, accelerando, la rinascita dei centri storici danneggiati dal sisma”

18/05/2018 12:39

Bologna – Nuovo intervento della Regione per sostenere la ricostruzione nelle aree colpite dal sisma del 2012. Si tratta del riparto tra Comuni, Diocesi e sistema sanitario - deciso dalla Giunta regionale nell’ultima seduta - di ulteriori 168 milioni per realizzare altri 199 interventi di ricostruzione di opere pubbliche e beni storici artistici. Queste risorse sono parte dei 320 milioni assegnati all’Emilia-Romagna dal Governo con la Legge di bilancio 2018.

I fondi completano le coperture finanziarie per gli interventi programmati dai Comuni, cui vanno 101 milioni, gran parte di quelli delle Diocesi dell’Emilia (57,8 milioni) e per il Policlinico universitario di Modena, cui sono destinati 9 milioni. Entro settembre si procederà alla ricognizione delle effettive esigenze residue, per la predisposizione del Piano 2019.

“Con questa immissione di consistenti risorse pubbliche puntiamo a completare, accelerando, la rinascita dei centri storici danneggiati dal sisma. Mettiamo in campo- dichiara l’assessore regionale alle Attività produttive e alla Ricostruzione post-sisma, Palma Costi- ulteriori fondi che metteranno i Comuni nelle condizioni di programmare le progettazioni e le realizzazioni di opere in gran parte concentrate nei centri storici. Questo affiancherà il completamento delle opere già approvate e appaltate”.
“Contemporaneamente- aggiunge l’assessore- sono state assegnate risorse importanti alle Diocesi dell’Emilia. Anche in questo caso le opere ecclesiastiche da recuperare, collocate in particolare nei centri storici e nei centri abitati, hanno così la certezza dei finanziamenti per la loro realizzazione. Nel riparto 2019 completeremo l’assegnazione di ulteriori risorse alle Diocesi”.

Comuni 
Dei complessivi 101 milioni di euro ripartiti ai Comuni, 7 milioni andranno in provincia di Bologna per realizzare ulteriori 12 interventi (1 milione e 522 mila euro al Comune di Bologna, 981 mila euro a Budrio, quasi 4 milioni a Crevalcore e 507 mila euro a Medicina).

In provincia di Ferrara, 13 milioni e 193 mila euro per realizzare altri 27 interventi (7 milioni e 990 mila euro al Comune di Cento, 50 mila euro a Copparo, 3 milioni e 361 mila euro a Ferrara, 352 mila euro Terre del Reno, 939 mila a Vigarano Mainarda e 500 mila euro alla Provincia di Ferrara).

Settanta milioni e 325 mila euro in provincia di Modena per realizzare ulteriori 48 interventi (1 milione e 487 al Comune Carpi, 2 milioni e 209 mila euro a Cavezzo, 748 mila euro a Concordia, 21 milioni e 772 mila euro a Finale Emilia, 68 mila euro a Formigine, 20 milioni e 231 mila euro a Mirandola, 3 milioni e 281 mila euro a Modena, 7,4 milioni di euro a Novi, 9 milioni e 716 mila euro San Felice sul Panaro, 1 milione e 769 mila euro a San Prospero e 1 milione e 640 mila euro a Soliera).

Dieci milioni e 589 mila euro in provincia di Reggio Emilia per nuovi 18 interventi (295 mila euro al Comune di Brescello, 775 mila euro a Castelnovo di Sotto, 736 mila euro a Correggio, 1 milione e 745 mila euro a Quattro Castella, 1,2 milioni di euro a Reggio Emilia, 4 milioni e 985 mila euro a Reggiolo e 852 mila euro a Rolo).

Diocesi
Con le risorse aggiuntive assegnate dalla Giunta regionale alle Diocesi emiliane, 57,8 milioni per 93 interventi, il contributo complessivo della Regione per gli interventi su edifici di culto o religiosi, che si aggiungono ai fondi propri degli enti, sale a 247 milioni e 741 mila euro.

Nel dettaglio, all’Arcidiocesi di Bologna (che comprende territori in provincia di Bologna ma anche di Ferrara e Modena) sono stati assegnati contributi aggiuntivi per 11 milioni e 961 mila euro.

All’Arcidiocesi di Ferrara- Comacchio 10 milioni e 994 mila euro, a quella di Modena-Nonantola 11 milioni di euro, a quella di Ravenna-Cervia 185 mila euro, a quella di Carpi 15 milioni, e a quella di Reggio Emilia-Guastalla 8 milioni e 587 mila euro.

Policlinico di Modena
Nove milioni di euro destinati alla Azienda ospedaliera-universitaria di Modena finanzieranno un ulteriore intervento strutturale di miglioramento sismico. Saranno interessati i corpi situati all’interno del complesso ospedaliero di via del Pozzo 71 a Modena.

(In allegato: le tabelle con la ripartizione dei fondi)

 

 

« Torna all'archivio

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/01/02 19:14:04 GMT+2 ultima modifica 2018-05-30T09:56:03+02:00

Valuta il sito

Non hai trovato quello che cerchi ?